Storia dell'Europa dal Medioevo all'età contemporanea

Coordinatore: Prof. Massimo Carlo Giannini

Il Dottorato in Storia dell’Europa dal Medioevo all’Età contemporanea intende promuovere lo studio della storia europea, in rapporto alle specificità nazionali e ai processi comuni. Particolare attenzione sarà dedicata all'analisi critica dei processi politici, religiosi, culturali, economici e sociali nel continente dal Medioevo sino all’età contemporanea: oltre ai temi e problemi propri della tradizione storiografica saranno oggetto d'interesse la "connected history", la storia di genere, la storia trans-nazionale e degli scambi culturali e le dimensioni regionali della storia europea, in chiave di rapporti tra macro-aree (come ad esempio tra Europa mediterranea ed Europa balcanica, fra Europa mediterranea ed Europa centrale). Inoltre il Dottorato intende porsi come punto di riferimento per la ricerca storica applicata al patrimonio culturale e alla divulgazione storica per mezzo delle "digital humanities". Nel XXXII ciclo è stata vinta una borsa PON e nel XXXIII ciclo altre 3 borse PON che prevedono partnership con imprese private per l'utilizzo di tecnologia GIS, 3D e realtà aumentata nella divulgazione della ricerca storica.

 

Obiettivo del Dottorato è formare ricercatori in grado di muoversi in un orizzonte internazionale e intersettoriale, fornendo ai dottorandi occasioni di scambio e di contatto con Università, Centri di ricerca e imprese in Italia e all'estero, anche con l'attivazione di co-tutele internazionali.

 

Il Dottorato assicurerà, alla fine del percorso, il raggiungimento di un alto livello di competenze scientifiche, spendibili nello svolgimento di attività di ricerca per soggetti pubblici e privati (università, centri di ricerca, scuole, istituti di cultura, archivi, biblioteche, sovrintendenze archivistiche, musei, ecc.). Tali competenze risultano essenziali per l’inserimento lavorativo nei nuovi settori imprenditoriali legati alla gestione, promozione e divulgazione del patrimonio storico e culturale (con attenzione particolare al settore delle "digital humanities"), che richiedono professionalità di elevata preparazione scientifica e intersettoriale in grado di operare nell'ambito delle nuove tecnologie digitali (realtà aumentata, 3D ecc.).

 

Il Dottorato in Storia dell’Europa nasce con una marcata vocazione internazionale e punta alla circolazione dei dottori di ricerca nel mercato internazionale, al fine di formare non solo studiosi di storia "puri" di tipo accademico, ma anche nuove figure che coniughino competenze scientifiche e competenze connesse all'uso delle nuove tecnologie che possono consentire sbocchi professionali nel settore della divulgazione del patrimonio storico e culturale (anche negli ambiti della cosiddetta "public history"). 

 

 

 

 

 
Ultimo aggiornamento: 03-07-2018
Seguici su