Università degli studi di Teramo

Sei in: Tirocini curriculari - Medicina veterinaria

 

Tirocini curriculari

Cos'è un Tirocinio curriculare

 
Il tirocinio curriculare è un'esperienza formativa che uno studente svolge presso una struttura convenzionata con l'Università (ente o azienda) per conoscere direttamente il mondo del lavoro. Il tirocinio  può essere obbligatorio o facoltativo, secondo quanto determinato dal singolo corso di studio, e deve essere svolto nell'anno di corso previsto nel piano didattico. Al tirocinio previsto nei piano di studi  è riconosciuto un numero di crediti formativi universitari (CFU).

Il tirocinio ha lo scopo "di realizzare momenti di alternanza fra studio e lavoro nell'ambito dei processi formativi e di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro" (art. 1 D.M. 142/98). Dal punto di vista dello studente può avere più finalità: quella orientativa, che mira prevalentemente a far conoscere la realtà del mondo del lavoro tramite contatto diretto; quella formativa, che permette di approfondire, verificare ed ampliare l'apprendimento ricevuto dal corso di laurea. Per l'Università è un'occasione per verificare la congruenza tra i percorsi formativi dei corsi di laurea e gli sbocchi potenziali cui gli studenti aspirano.

Dal punto di vista dell'azienda, il tirocinio costituisce una vantaggiosa opportunità di scambio con giovani portatori di conoscenze scientifiche aggiornate e costituisce altresì un'opportunità di formare "giovani talenti" da inserire eventualmente in forma stabile nel proprio organico.

Il tirocinio non rappresenta un rapporto di lavoro. Deve essere il risultato dell'incontro fra l'interesse manifestato dallo studente per la disciplina nell'ambito della quale intende svolgere il tirocinio, la disponibilità del Docente Tutor ad individuare e progettare l'attività formativa da svolgere, la possibilità di svolgere tale attività in una azienda. Il rapporto tra Università ed "azienda" si formalizza attraverso una convenzione alla quale dovrà essere allegato un Progetto Formativo.


 

Attivare un tirocinio curriculare

 
Per attivare un tirocinio  curriculare è necessario che la struttura che ospita lo studente abbia una convenzione attiva con l'Università degli Studi di Teramo. Qualora tra la struttura ospitante e l'Ateneo non esistesse ancora una convenzione, essa può essere stipulata mediante compilazione, da parte della struttura ospitante, della Convenzione (da stampare in duplice copia e far firmare all'Azienda sotto "soggetto ospitante").
Una volta raggiunti, tra il soggetto ospitante e il tirocinante, gli accordi necessari, l'iter da seguire dovrà essere il seguente:
  1. lo studente acquisisce il modulo di Progetto formativo che dovrà compilare, sentito il soggetto ospitante presso cui si svolgerà il tirocinio e in collaborazione con un docente di riferimento (tutor didattico): il modulo dovrà essere redatto in duplice copia e sottoscritto in tutte le sue parti.
  2. Almeno dieci giorni prima dell'inizio del tirocinio dovranno essere restituiti al Manager Didattico della Facoltà di appartenenza i documenti sopra descritti.
 

Durata e proroga dei tirocini

 
I tirocini hanno durata massima:
  • non superiore a dodici mesi per gli studenti universitari, compresi coloro che frequentano corsi di diploma universitario, dottorati di ricerca e scuole o corsi di perfezionamento e specializzazione nonché di scuole o corsi di perfezionamento e specializzazione post-secondari anche non universitari, anche nei diciotto mesi successivi al termine degli studi (art. 7 del D.M.142/1998);
  • non superiore a ventiquattro mesi nel caso di soggetti portatori di handicap (art. 7 del D.M.142/1998);
E' prevista una durata minima di ogni tirocinio finalizzato al conseguimento di crediti formativi (CFU) (tale durata viene fissata dai regolamenti di ciascun corso di laurea);

E' consentito lo svolgimento di un periodo di tirocinio alla volta. Solo in casi eccezionali, vale a dire per motivi di natura meramente didattica, lo studente può svolgere contemporaneamente due tirocini in due strutture diverse;

E'possibile chiedere una proroga del tirocinio. La richiesta (motivata) va fatta pervenire entro la data di fine tirocinio originariamente prevista nel progetto formativo stesso. Il Manager Didattico si incaricherà di valutare la congruenza della richiesta con le normative e i regolamenti vigenti.


 

Cosa fare alla fine del tirocinio

 
Al termine del tirocinio lo studente dovrà riconsegnare al Manager Didattico di Facoltà:
  1. Il registro delle presenze, debitamente compilato;
  2. Il Questionario di valutazione studente dello stage;
  3. Il Questionario di valutazione azienda dello stage
  4. La relazione finale sull'attività svolta durante lo stage aziendale (se previsto).
 

Tempi

 
Il tempo massimo tra la presentazione della richiesta di attivazione di tirocinio e la trasmissione della documentazione necessaria all'espletamento dello stesso è di 20 giorni. Per la Facoltà di Medicina Veterinaria, il tempo massimo è di 40 giorni.

I crediti formativi relativi all'attività di "stage e tirocini" saranno inseriti nel profilo dello studente entro dieci giorni dalla ricezione della documentazione completa, attestante l'avvenuto tirocinio.


 

Elenco convenzioni

 
A chi rivolgersi
Il Manager didattico di Facoltà coordina e promuove i rapporti tra l'Università degli Studi di Teramo e il mondo del lavoro. Il fine è quello di offrire a tutti gli studenti la possibilità di effettuare tirocini curriculari presso enti e aziende disposti ad ospitare tirocinanti.


Manager didattico Facoltà di Medicina veterinaria
Dott.ssa Alessia Carosi
managerdidatticovet@unite.it
tel. e fax 0861 266864

Orario di ricevimento

Martedì e giovedì: 11.30-13.30

 
 
 
 


Università degli Studi di Teramo
Campus universitario di Coste Sant'Agostino - Via R. Balzarini  1 - 64100 Teramo - tel. 0861.2661 Fax 0861.245350
Posta Elettronica Certificata protocollo@pec.unite.it (riservato ai possessori di casella di posta elettronica certificata)
P.I. 00898930672 - C.F. 92012890676