Il Preside Prof. Antonello Paparella

Prof. Antonello Paparella
Prof. Antonello Paparella

Antonello Paparella è professore ordinario di Microbiologia alimentare (AGR 16 - Microbiologia Agraria) presso la Facoltà di Bioscienze e tecnologie agro-alimentari e ambientali dell'Università di Teramo.

 

Nato a Bari nel 1961, dopo la laurea con lode nel 1985 in Medicina Veterinaria all’Università di Bari, ha svolto studi di specializzazione in Ispezione degli alimenti presso l'Università di Bologna.

E' stato ricercatore nell'industria alimentare (BeCa, Fiorucci, Food Assistance, ITA) in differenti aree merceologiche: carni, conserve, prodotti a base di carne e lattiero-caseari. Le sue ricerche hanno contribuito in maniera significativa allo sviluppo di nuove tecnologie in ambito industriale.

 

Professore universitario a contratto dal 1991, nel 2000 ha preso servizio come professore associato di Microbiologia alimentare all'Università di Teramo. Dal 2006 è professore ordinario di Microbiologia alimentare.

 

Dal 1990 ha ricoperto incarichi di responsabilità nella pubblica amministrazione, come consigliere di amministrazione del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (C.R.A., oggi CREA), commissario straordinario dell'Istituto Sperimentale Lattiero-Caseario di Lodi, membro del comitato tecnico del Ministero delle Politiche Agricole e commissario nella Commissione Nazionale per la Valutazione dell'Impatto Ambientale (V.I.A.).

 

Ha svolto azioni di ricerca e formazione in ambito internazionale, per esempio in Brasile, Cina, Norvegia, Slovenia e Slovacchia. Parla correntemente 4 lingue straniere ed è spesso invited speaker in conferenze o gruppi di lavoro internazionali. E' autore o coautore di più di 170 lavori scientifici, di cui oltre 50 pubblicati su riviste internazionali indexate, e collabora come referee con numerose riviste scientifiche internazionali.

 

Le sue linee di ricerca comprendono: sicurezza alimentare, caratterizzazione degli ecosistemi microbici e sviluppo di metodi analitici innovativi, con particolare riferimento all'impatto delle nuove tecnologie sulla sicurezza dei prodotti alimentari, sull'ambiente, sull'ecologia microbica e sulla sopravvivenza dei patogeni.

 

Ha studiato e sviluppato metodi indiretti e rapidi per la valutazione dei microrganismi vitali e sottoposti a danno subletale. La sua attività di ricerca ha riguardato, tra l'altro, la biodiversità di microrganismi alimentari patogeni e alteranti in diverse matrici alimentari e l'efficacia di diversi sistemi di controllo. Ha studiato l'effetto di tecnologie innovative sui microorganismi: elettrostimolazione, omogeneizzazione ad alta pressione, modificazioni di atmosfera, impregnazione sotto vuoto, confezionamento ipobarico, alte pressioni idrostatiche.

 

Ha cooordinato diversi progetti di ricerca nell'area dell'innovazione tecnologica e della sicurezza alimentare.

 

Attualmente, una parte significativa delle sue ricerche è rivolta allo studio delle potenzialità di applicazione di principi attivi di origine naturale per la bioconservazione e/o la decontaminazione dei prodotti alimentari.

 

E' nel Consiglio direttivo della Società Italiana di Ricerca sugli Oli Essenziali (SIROE) e della Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva (SIMeVeP). Inoltre, è membro di numerose società scientifiche e gruppi di lavoro: SIMTREA, AIVI, GSICA, ecc.

 

Da anni partecipa come esperto di Microbiologia alimentare al programma televisivo Geo (RAI 3) e interviene spesso in altri programmi televisivi di divulgazione scientifica.

 
 
Ultimo aggiornamento: 08-05-2017
Seguici su