Università degli studi di Teramo

Sei in: Scienze degli alimenti , Unità di ricerca , Produzioni animali, nutrizione ed alimenti

 

Produzioni animali, nutrizione ed alimenti

 

Coordinatore: Lamberto Lambertini

Nel contesto degli obiettivi scientifici e culturali del Dipartimento di Scienze degli Alimenti, la sezione di "Produzione Animale Nutrizione e Alimenti" si occupa prevalentemente dello studio del benessere animale in diverse specie di interesse zootecnico, delle qualità organolettiche degli alimenti di origine animale, delle qualità nutrizionali dei foraggi destinati a bovine da latte e pet food per gli animali da compagnia.

Negli ultimi anni i temi di ricerca che la Sezione di Produzione Animale Nutrizione e Alimenti ha perseguito, si sono accentrati sul benessere animale, in diversi momenti del ciclo produttivo. In particolare, si sono studiati gli effetti di tecnologie alternative di allevamento e dei trattamenti ante-mortem sullo stress e sulla qualità delle produzioni cunicole. In particolare le ricerche hanno riguardato la messa a punto e la standardizzazione di idonee tecniche analitiche per la valutazione oggettiva di una situazione di stress negli animali. Inoltre, sono stati indagati gli effetti di alcune variabili che agiscono nella fase di trasporto dall'allevamento al macello ed in quelle che precedono immediatamente la macellazione.

Un'altra sperimentazione condotta dall'Unità di Ricerca è stata finalizzata a determinare gli effetti della natura chimica del selenio (selenio organico vs. selenito di sodio) e dei diversi livelli di integrazione del microcostituente sulle performances, su alcuni aspetti del metabolismo e sulla qualità delle carni in agnelli in accrescimento. Obiettivo primario della ricerca era quello di verificare sperimentalmente se la forma organica di supplementazione potesse contribuire maggiormente a costituire una riserva di selenio in organi e tessuti,   possibile fonte del microelemento per l'uomo.

L'Unità di Ricerca è anche impegnata nel Progetto "Vesti l'Ambiente", ricerca finanziata dalla Regione Abruzzo che ha come obiettivo generale la valorizzazione dell'allevamento ovino in regione. In particolare, la sperimentazione ha come finalità quella di migliorare la qualitativa della produzione di lana nelle razze Derivate Merine (Merinizzata italiana, Gentile di Puglia e Sopravissana).
Per quanto riguarda le attività di ricerca che abbracciano la nutrizione animale, l'obiettivo che i ricercatori della Sezione si sono posti negli anni è stato quello di approfondire i metodi analitici per la determinazione delle caratteristiche nutrizionale dei foraggi destinati all'alimentazione della bovina da latte. In particolare, sono stati oggetto di studio gli aspetti inerenti la qualità della fibra ed il suo impiego nelle diete per ruminanti.
Per quanto concerne gli animali d'affezione, l'attività di ricerca si è indirizzata verso lo studio della microflora intestinale del cane al fine di individuare le specie batteriche considerate probiotiche. Tale evidenza ha rappresentato il punto di partenza di ulteriori ricerche volte allo studio dell'utilizzo, in alimentazione, di batteri probiotici per migliorare la salute dell'animale. I risultati acquisiti sembrano suggerire un effetto favorevole della supplementazione con questi microrganismi nella dieta, anche con l'inclusione direttamente nei mangimi industriali
 
Sede
Via Crispi, 212
64100 - Teramo (TE)
Tel. +39 0861 266991
Fax +39 0861 266595

Docenti e ricercatori

 
Lamberto Lambertini
Professore ordinario
0861 266990
Gramenzi Alessandro
Professore associato
0861 266992
Martino Giuseppe
Professore associato
0861 266950
Vignola Giorgio
Professore associato
0861 266989
Giammarco Melania
Ricercatore
0861 266959
Pezzo Paolo
Ricercatore
0861 266991
Fusaro Isa
Ricercatore
0861 266959
Angelozzi Giovanni
Tecnico di laboratorio
0861 266960
Manetta Annachiara
Tecnico di laboratorio
0861 266985
 

Aree di ricerca

 
  • Risposta produttiva di agnelli all'ingrasso in seguito alla somministrazione di selenio organico;
  • Indagine sulla qualità della lana in ovini di razza Merinizzata Italiana allevati in Abruzzo
  • Indagine conoscitiva sulla qualità delle produzioni di agnelli allevati secondo tecniche tradizionali nella regione Abruzzo;
  • Studi sul profilo acidico della componente lipidica della carne bovina e del latte;
  • Studi sul benessere animale e sullo status ossidativo;
  • Studi sui riflessi delle tecniche di allevamento alternativo del coniglio sulla produttività e sulla qualità delle carcasse e delle carni;
  • Effetti dei trattamenti ante mortem sul benessere animale e la qualità delle produzioni cunicole;
  • Studi sull'arricchimento con probiotici degli alimenti per cani e gatti;


Benessere animale e qualità delle produzioni
L'unità di ricerca in Produzioni Animali, Nutrizione e Alimenti si occupa dello studio delle variabili che influenzano la quantità e la qualità delle produzioni zootecniche dedicando particolare attenzione, all'interno di tale vasto ambito, al settore delle carni e del latte. Particolare rilievo è dato alle tematiche connesse al benessere animale, attraverso prove sperimentali finalizzate alla valutazione degli effetti di tecniche alternative di allevamento, di interventi sull'alimentazione e delle modalità di trasporto (durata, modalità di carico, attesa pre-macellazione...). Contestualmente vengono considerati i riflessi sulle caratteristiche quanti-qualitative delle produzioni. Le più recenti esperienze condotte dal gruppo hanno interessato prevalentemente le specie cunicola, ovina e bovina.

Progetto "Vesti l'Ambiente" per la produzione di lane bianche pregiate

Il Progetto "Vesti l'Ambiente" é una ricerca finanziata dalla Regione Abruzzo che ha come obiettivo la valorizzazione dell'allevamento ovino in regione. La ricerca è frutto di una collaborazione scientifica tra i Dipartimenti di Scienze degli Alimenti e di Scienze Biomediche comparate dell'Università degli Studi di Teramo con l'Università degli Studi di Camerino. In particolare, essa ha come obiettivo la valorizzazione qualitativa della produzione di lana nelle razze Derivate Merine (Merinizzata italiana, Gentile di Puglia e Sopravissana). I Ricercatori dell'Unità di Ricerca operano in concorso con il Comitato di Razza che, in accordo con le finalità del progetto, ha introdotto a livello sperimentale, tra i parametri di selezione della razza Merinizzata, le caratteristiche qualitative della lana. In ragione di questo, dall'anno 2008, tutti i giovani arieti, sottoposti al "performance test" presso il Centro di Castel del Monte, vengono testati per la qualità della lana e l'Ateneo Tramano rappresenta l'ente certificatore.

Ricerche sugli effetti della supplementazione alimentare con Se organico nella produzione dell'agnello

Questo progetto parte dalla considerazione che i suoli abruzzesi presentano una bassa concentrazione di Se. I foraggi prodotti nella Regione sono pertanto carenti di questo micronutriente. L'integrazione alimentare, negli animali in produzione zootecnica, si rende perciò indispensabile. Il selenio organico da lieviti (Saccharomyces cerevisiae) può rappresentare una valida integrazione alimentare in quanto i ruminanti assorbono le forme inorganiche del microelemento in piccole quantità. E' apparso pertanto interessante studiare se e come le diverse forme di selenio fossero in grado di influenzare l'assorbimento, i parametri ematobiochimici e le performances produttive nell'ovino. La ricerca è quindi stata finalizzata a determinare gli effetti della natura chimica del selenio (selenio organico vs. selenito di sodio) e dei diversi livelli di integrazione sulle performances, su alcuni aspetti del metabolismo e sulla qualità delle carni in agnelli in accrescimento. In particolare, il lavoro ha valutato le prestazioni produttive in vita ed alcuni parametri ematici e biochimici a seguito della somministrazione, con l'alimento, di selenio inorganico o di selenio organico a diversi dosaggi.

Valutazione qualitativa dei foraggi destinati a bovine da latte

Nell'ambito dell'alimentazione delle bovine da latte, l'Unità di ricerca si avvale di un laboratorio dedicato alla valutazione degli alimenti per uso zootecnico. In particolare il tema di maggiore interesse è lo studio sulla digeribilità della NDF dei foraggi con particolare attenzione all'insilato di mais. L'Unità di ricerca in questo ambito sta studiando in che modo alcuni fattori agronomici, influenzino le qualità nutrizionali degli insilati e di conseguenza la produzioni zootecniche.

Alimentazione degli animali da compagnia

Nell'ambito dell'alimentazione degli animali da compagnia l'obiettivo di Ricerca che la sezione di produzione Animale Nutrizione e Alimenti si pone, è quello di studiare i potenziali effetti di specifici alimenti che rientrano nella categoria dei "functional food"sulla salute e sul benessere di cani e gatti. Particolare interesse è dedicato alla capacità dei probiotici di modulare la microflora intestinale, di influenzare positivamente diverse funzioni fisiologiche dell'organismo, nonché di prevenire talune condizioni patologiche strettamente collegate a dismicrobismi e abbassamenti delle difese immunitarie.
 

Attività didattica

 
Laurea Magistrale in Medicina Vetrinaria
  • Etnologia ed etologia veterinaria (7 CFU)
  • C.I. Zootecnia generale e miglioramento genetico (4 CFU)
  • C.I. Zootecnia speciale (7 CFU)
  • C.I. Alimentazione animale (10 CFU)
  • Mod. Avicultura (2 CFU)
  • Tirocinio pratico (10 CFU)
Laurea in Tutela e Benessere Animale
  • L'animale e il suo ambiente: dalla salute al benessere (9 CFU)
  • Gestione alimentare degli animali da compagnia (3 CFU)
  • La conoscenza degli animali (4 CFU)
Laurea Magistrale in Medicina Vetrinaria
  • Etnologia ed etologia veterinaria (7 CFU)
  • C.I. Zootecnia generale e miglioramento genetico (4 CFU)
  • C.I. Zootecnia speciale (7 CFU)
  • C.I. Alimentazione animale (10 CFU)
  • Mod. Avicultura (2 CFU)
  • Tirocinio pratico (10 CFU)
Laurea in Tutela e Benessere Animale
  • L'animale e il suo ambiente: dalla salute al benessere (9 CFU)
  • Gestione alimentare degli animali da compagnia (3 CFU)
  • La conoscenza degli animali (4 CFU)

Strumentazione

 
  • Spettrofotometro Cary 1E
  • Spettrofotometro Assorb. Atomico mod A300
  • Gascromatografo Fisons Mega 2
  • HPLC mod. 9012, 9050, 9070
  • HPLC Alliance con rivelatori PDA, fluorimetrico e rifrattometrico
  • Fibertec System
  • Kjeltec System 1035 Analyzer
  • Unità di distillazione UDK 126 D
  • Unità di estrazione Soxtec 2055 Avanti
  • Sistema Soxtec Soxcap 2047
  • Incubatore Daisy II
  • Fotolorimetro MinoltaCR300

Pubblicazioni recenti

 
  • Biagi G. ,Fusaro I., Pezzi P., Formigoni A. (2007). Effect of dietary supplementation with malt extracts on milk production. Proc. Of the ASPA 17TH Congr. Vol. 6, Suppl. 1:260 -262.
  • Di Nardo A., Rossi E., Giammarco M., Touma C. (2007) Exposure to a natural stressor (predator presence and odour) in female mice (Mus musculus): difference between animals reared in enriched and standard conditions. Felasa-iclas, Joint Meeting, Villa Erba, June, 11th-14th, Cernobbio (CO) Italy, 246.
  • Formigoni A., Palmonari A., Fusaro I. (2007) Digeribilità della NDF dell'insilato di mais e razionamento delle bovine da latte. L'Informatore Agrario, vol 18, 73.76.
  • Fusaro I., Brogna N., Palmonari A., Biagi G., Sniffen C.J., Formigoni A.Effects of genetics and water management on corn plant NDF digestibility. . Journal of Dairy Sci. 91 (Suppl 1) T79 (abs) in "T he 2008 Joint ADSA-ASAS Annual Meeting July 7-11, 2008"
  • Fusaro I., Palmonari A., Brogna N., Gramenzi A., Pezzi P., Formigoni A. (2008) - Effetto delle condizioni ambientali e dei sistemi irrigui   sulle caratteristiche qualitative   del silomais. Atti S.I.B. Castel San Pietro Terme (BO) - Italia, In press.
  • Fusaro I., Palmonari A., Pezzi P., Gramenzi A., Manetta A.C., Formigoni A., Valutazione qualitativa degli insilati di mais in diverse aree italiane Atti LXII Congr. Naz. S.I.S.Vet., 24-26 Settembre, San Benedetto del Tronto (AP) Italy, 425-426.
  • Fusaro I., Palmonari A., Raffrenato E., Gramenzi A., Van Amburgh M., Sniffen C.J., Formigoni A. (2007) -Valutazione in vitro della digeribilità dell'ndf: confronto fra laboratori Congr. S.I.S.Vet Salsomaggiore (PR), Italy, 451-452
  • Gramenzi A., Fusaro I., Di Leonardo M., Formigoni A.. La fibra nell'alimentazione dei carnivori domestici. Summa animali da compagnia. 2008; vol. 25, n. 1: pp. 9-20
  • Gramenzi A., Fusaro I., Di Leonardo M., Formigoni A.. Ruolo degli acidi grassi polinsaturi della serie omega 3 e omega 6 nei processi infiammatori. Summa animali da compagnia. 2008; vol. 25, n. 2: pp. 11-28.
  • Gramenzi A., Fusaro I., Di Leonardo M., Formigoni A.. Ruolo dei probiotici nella prevenzione dei disturbi intestinali. Summa animali da compagnia. 2008; vol. 25, n. 1: pp. 23-36.
  • Lambertini L., Vignola G., Dainese E., Cipollini I. (2007) Effects of particle size on caecal activity and growth performances in fattening rabbits. Progress in Nutrition, 9(3), 189-197.
  • Lambertini L., Vignola G., Paoletti B., Sacchetti G. (2007) Impiego di un fitoterapico nel controllo della coccidiosi in conigli allevati su lettiera. Riv. Coniglicoltura, 44(1), 22-28
  • Manetta A.C., Giammarco M., Di Giuseppe L., Fusaro I., Gramenzi A., Formigoni A., Vignola G., Lambertini L. (2008)   Distribution of aflatoxin M1 during Grana Padano cheese production from naturally contaminated milk. Food Chemistry, 113, 595-599
  • Mazzone G., Giammarco M., Vignola G., Pistilli M.G., Renieri C., Lambertini L. (2008) - "Indagine sulla qualità della lana in ovini di razza Merinizzata Italiana allevati in Abruzzo", Large Animal Review, suppl. n. 4 (14), 204.
  • Mazzone G., Vignola G., Giammarco M., Pezzi P., Lambertini L. (2008) - "Qualità delle produzioni di agnelli di razza Merinizzata Italiana allevati in Abruzzo", Large Animal Review, (4), suppl. n. 4 (14), 203.
  • Mordenti A.L., Fustini M., Merendi F., Pezzi P., Formigoni A. (2008). Ottimizzazione delle razioni a base di medica per la produzione di Parmigiano Reggiano. Atti S.I.B. Castel San Pietro Terme (BO) - Italia, In press.
  • Palmonari A., Brogna N., Rossi G., Fusaro I., Biagi G., Formigoni A. Plant maturity and genetic influences on in vitro NDF digestibility of alfalfa. Journal of Dairy Sci. 91 (Suppl 1) W231 (abs) in The 2008 Joint ADSA-ASAS Annual Meeting July 7-11, 2008
  • Palmonari A., Fusaro I., Giammarco M., Gramenzi A., Biagi G. (2007) Confronto fradue metodi di stima della digeribilita' delle ndf: Tilley e Terry e ankom-daisy. Congr.S.I.S.Vet Salsomaggiore (PR), Italy, 453-454.
  • Pezzi P., Fusaro I., Giammarco M., Angelozzi G., Gramenzi A., La concentrazione di acido malico quale indicatore per la valutazione qualitativa dei fieni Atti LXII Congr. Naz. S.I.S.Vet., 24-26 Settembre, San Benedetto del Tronto (AP) Italy, 433-434
  • Pezzi P., Fusaro I., Giammarco M., Manetta A.C., Vignola G., Formigoni A. (2008). Le concentrazioni degli acidi organici quali indicatori per la valutazione qualitativa degli insilati di mais. Atti S.I.B. Castel San Pietro Terme (BO) - Italia, In press.
  • Pezzi P., Giammarco M., Martino G., Vignola G. (2007). Relationship between some mineral contents of beef and his chemical composition. Atti LXI Conv. Naz. Sisvet., Salsomaggiore Terme (PR), Italy, 202-203.
  • Pezzi P., Giammarco M., Vignola G., Brogna N. (2007) Effects of extruded linseed dietary supplementation on milk yield, milk quality and lipid metabolism of dairy cows. Proc. XVII Congresso Nazionale A.S.P.A., Alghero, 29 Maggio -1 Giugno, 333-335.
  • Raffrenato E., A. Formigoni, I. Fusaro, A. Palmonari, N. Brogna, M. E. Van Amburgh, C. J. Sniffen (2007) - Effects of irrigation system and level of water on corn silage hybrid NDF digestibility in northern Italy - American Dairy Science Associations - ADSA Meeting, 8 -12 Luglio , San Antonio, Texas
  • Vignola G., Giammarco M., Mazzone G., Angelozzi G., Lambertini L. (2008) - "Effects of loading method and crate position on the truck on some stress indicators in rabbits transported to the slaughterhouse", Proceedings of the 9th World Rabbit Congress June 10-13, Verona (Italy) 1257-1261
  • Vignola G., Giammarco M., Mazzone G., Cipollini I., Lambertini L. (2008) - "Effetto della posizione delle gabbie sul mezzo di trasporto in due differenti stagioni sui parametri di macellazione e qualità delle carni cunicole", Atti Società Italiana delle Scienze Veterinarie, LXII Convegno Nazionale, S. Benedetto Del Tronto (AP) 24-26 Settembre, pp. 477-478.
  • Vignola G., Lambertini L. Mazzone G., Giammarco M., Tassinari M., Martelli G., Bértin G., - Effects of selenium source and level of supplementation on the performance and meat quality of lambs. Meat Science, doi:10.1016/j.meatsci.2008.11.009
  • Vignola G., Lambertini L., Giammarco M., Pezzi P., Mazzone G. (2007) Effects of Se supplementation on growth rate and blood parameters in lambs. Ital. J. Anim. Sci., 6 (suppl. 1), 383-385.
  • Zaghini G., Grandi M., Cipollini I., Vignola G. (2008) - "Preferenze e comportamento alimentare di gatti in ambiente domestico, Atti Società Italiana delle Scienze Veterinarie, LXII Convegno Nazionale, S. Benedetto Del Tronto (AP) 24-26 Settembre, pp. 443-444


Università degli Studi di Teramo
Campus universitario di Coste Sant'Agostino - Via R. Balzarini  1 - 64100 Teramo - tel. 0861.2661 Fax 0861.245350
Posta Elettronica Certificata protocollo@pec.unite.it (riservato ai possessori di casella di posta elettronica certificata)
P.I. 00898930672 - C.F. 92012890676