Università degli studi di Teramo

Sei in: Ateneo , Progetti di Ateneo , Progetto Sconfinando

 

Progetto Sconfinando

 
Il progetto Sconfinando
logo progetto sconfinando

Strategie locali d'intervento per l'inclusione socio lavorativa delle donne vittime di tratta


Nell'ambito dei progetti comunitari, l'Università degli Studi di Teramo è partner del progetto regionale Sconfinando e del progetto transnazionale denominato HTSI (Human Trafficking Social Intervention). Quest'ultimo include tra le partnership l'Italia, la Francia e la Slovacchia.

Idea progettuale
L'idea progettuale è intervenire nel complesso fenomeno dell'esclusione sociale delle donne vittime di tratta a scopo di sfruttamento sessuale, lavoro nero, traffico di organi etc., e conseguentemente costruire percorsi di inclusione nella vita sociale e lavorativa delle donne aumentando qualitativamente e quantitativamente le opportunità di inserimento socio-lavorativo.

Obiettivi del progetto

Gli obiettivi del progetto sono i seguenti:
  • creare gli strumenti per avviare programmi di assistenza ed integrazione sociale che siano finalizzati all'autonomia socio-lavorativa,
  • innovare i sistemi finalizzati alla formazione, l'inserimento lavorativo e all' occupazione,
  • creare opportunità di lavoro,
  • creare una rete di relazioni con le realtà pubbliche e private territoriali.
Beneficiari
Le beneficiarie finali delle azioni poste in essere dai diversi partners sono detenute, extracomunitarie, prostitute, tossicodipendenti, alcoliste e vittime di tratta. Tra i beneficiari intermedi figurano gli operatori del pubblico e del privato, attivi nel settore dell'assistenza e dell'inserimento, le forze dell'ordine, le confederazioni sindacali e gli imprenditori.

Partnership
Leader del progetto è la provincia di Teramo che opera assieme all'associazione On the road, CSV, UNITE, SCO, Unione industriali ed API.

Il ruolo della Università di Teramo

L'Università degli Studi di Teramo è partner responsabile della formazione-aggiornamento degli agenti di intermediazione socio-occupazionale e del cambiamento sociale. I partners coinvolti sono la Provincia di Teramo, CSV e SCO. L'Università degli Studi di Teramo ha pensato di strutturare la formazione attraverso l'attivazione di un master annuale di 1 livello di 600 ore da destinare agli operatori, assistenti sociali, pedagogisti, Forze dell'Ordine al fine di assicurare una maggiore qualificazione professionale degli attori.
UniTeramo dirige inoltre le attività progettuali di organizzazione e coordinamento delle attività transnazionali.

Equipe di lavoro dell'Università degli Studi di Teramo

Responsabile: prof. Everardo Minardi
Relazioni transnazionali: dott.ssa Clara Di Giuseppe
Gestione amministrativa: dott.ssa Sabrina Saccomandi
Progetto transnazionale HTSI (Human Trafficking Social Intervention)
Il progetto regionale Sconfinando fa parte di un progetto europeo denominato HTSI.
Relativamente al progetto HTSI, UNITE è coinvolta nella ricerca documentale e nell'elaborazione di modelli innovativi di intervento al fine di indagare, nei diversi paesi partners, le modalità di inserimento lavorativo delle fasce deboli dal punto di vista delle caratteristiche del mercato del lavoro e della relativa legislazione. L'obiettivo che si intende raggiungere è quello di creare un catalogo legislativo inerente le politiche di inclusione socio-occupazionale dei vulnerable groups con l'intento di influenzare, a livello dei singoli paesi membri nelle direzioni generali, il sistema di programmazione strategica.
 


Università degli Studi di Teramo

Campus universitario di Coste Sant'Agostino - Via R. Balzarini  1 - 64100 Teramo - tel. 0861.2661 Fax 0861.245350

Posta Elettronica Certificata protocollo@pec.unite.it (solo possessori di posta elettronica certificata)
P.I. 00898930672 - C.F. 92012890676