Carta del docente: dal MIUR un buono di 500 euro per l’aggiornamento e la formazione

Carta del docente
Carta del docente

Cos’è la Carta del docente?

È un’iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università̀ e della Ricerca (tutti i dettagli sul sito http://cartadeldocente.istruzione.it) prevista dalla legge 107 del 13 luglio 2015, art.1 comma 121 volta a consentire ai docenti di usufruire di un buono del valore di 500 euro per l’aggiornamento e la formazione (Buona Scuola).

 

Chi può utilizzarla?

La Carta è assegnata ai docenti di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute di cui all'art. 514 del Dlgs.16/04/94, n.297, e successive modificazioni, i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all'estero, delle scuole militari.

 

Come posso ottenere la Carta?

Tutti i docenti devono collegarsi all’applicazione web https://cartadeldocente.istruzione.it e accedere con le credenziali SPID (il Sistema Pubblico di Identità Digitale).

 

Come posso usare la carta presso l’Università degli Studi Teramo?

La carta può essere utilizzata per il pagamento (anche parziale) delle tasse universitarie (ad esclusione del bollo e della Tassa Regionale) per frequentare con finalità di formazione e aggiornamento i corsi di studio erogati dall’Università:

  • Corsi di Laurea
  • Corsi di Laurea Magistrale, Specialistica, a Ciclo Unico
  • Corsi Singoli
  • Master
  • Corsi di Specializzazione
  • Corsi di Aggiornamento.

Prima di stampare il buono, può eventualmente prendere contatto con gli uffici dell’Università; di seguito elencati per avere informazioni sulle modalità a seconda dei corsi cui sei interessato:

Una volta entrati nel sistema https://cartadeldocente.istruzione.it/ occorre:

  1. Andare nella pagina "Crea buono" accessibile dal menù principale
  2. Scegliere di utilizzare il buono presso l’Università degli Studi di Teramo  
  3. Inserire l'importo del buono corrispondente al prezzo della tassa universitaria
  4. Il buono creato sarà accompagnato da un codice identificativo (QR code, codice a barre e codice alfanumerico) che potrà essere salvato su un dispositivo o stampato per presentarlo agli uffici e ottenere così il pagamento della tassa universitaria.
 
 

 
Ultimo aggiornamento: 01-03-2017
Seguici su