Archivio audiovisivo della memoria abruzzese

Archivio audiovisivo della memoria abruzzese



L'Archivio Audiovisivo della Memoria Abruzzese è nato nel 2004 all'interno del Dipartimento e della Facoltà di Scienze della Comunicazione, su impulso di Guido Crainz, docente di Storia contemporanea della Facoltà di Scienze della comunicazione, per recuperare e studiare nel lungo periodo i documenti audiovisivi appartenenti alle famiglie abruzzesi.
L'attività dell'archivio si è concentrata principalmente sulla raccolta di film familiari e amatoriali provenienti dalle famiglie abruzzesi, testimonianze sulla vita, sulla società e sul territorio in grado di arricchire la memoria collettiva della regione. L'Archivio è un punto di riferimento per il recupero, la conservazione e la restituzione alla "collettività" - oltre che a singoli studiosi e a ricercatori - di quei documenti che raccontano la storia dell'Abruzzo e degli abruzzesi da un punto di vista inusuale ma importante, quello delle famiglie.

 

Che cosa facciamo

Le attività dell'Archivio possono essere ricondotte a due tipologie di azioni:
1. Raccolta e la selezione dei materiali.

  • Raccolta dei film: le famiglie o i singoli proprietari di pellicole consegnano dei materiali in diversi formati (generalmente 8mm e super8 ,ma abbiamo ricevuto anche esemplari in formato diverso, fino a dei VHS su cui erano già stati riversati artigianalmente dei film poi dispersi)
  • Esame e selezione delle pellicole
  • Riversamento delle pellicole in formato digitale
  • Restituzione alle famiglie che hanno aderito al progetto di una copia in DVD del loro materiale e le pellicole originali: in questo modo ogni famiglia ha la possibilità di rivedere quei film che da tempo erano abbandonati in qualche soffitta.
  • Catalogazione delle pellicole che sono entrate a far parte del progetto.

2. Studio dei materiali

  • I "filmini" vengono studiati da diversi punti di vista (storico, antropologico...) e usati per la realizzazione di tesi di laurea, saggi e "video-saggi" scientifici, oltre che per prodotti divulgativi

Nel 2007 è stata stipulata una convenzione di collaborazione con la Biblioteca Provinciale di Teramo "Melchiorre Delfico", anch'essa impegnata in un progetto di raccolta e conservazione di materiali amatoriali e familiari.
All'inizio del 2008 l'Archivio ha circa 70 ore di materiale  di provenienza amatoriale. Il patrimonio di immagini, diviso in 25 fondi, spazia su tematiche e auto-rappresentazioni diverse riguardanti le famiglie e il loro immaginario. Oltre ai tradizionali riti familiari (matrimoni, battesimi, prime comunioni), le immagini dei film di famiglia ci restituiscono un capitolo inedito della storia abruzzese, riflesso nei nuovi stili di vita e nelle nuove abitudini di consumo che si affermano nelle famiglie.

Per contribuire o avere ulteriori informazioni: archiviomemoria@fondazioneuniversitaria.it

 
 
 
immagini archivio
 
immagini archivio
 
immagini archivio
 
immagini archivio
 
immagini archivio
 
 
 
Ultimo aggiornamento: 04-05-2016
Seguici su