Privacy

Il decreto legislativo 196 del 30 giugno 2003 è il ''Codice in materia di protezione dei dati personali'' e raccoglie tutta la normativa precedente in materia di tutela della privacy.

Il Codice intende garantire il principio in base al quale il trattamento dei dati personali deve svolgersi nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali e della dignità dell'interessato.


Che cos'è un dato personale?

Qualunque informazione relativa a una persona fisica o giuridica, a un ente o associazione.

Che cos'è il trattamento di dati?

Il trattamento dei dati è la raccolta, l'archiviazione, l'organizzazione, la conservazione, la modifica, l'utilizzo, la comunicazione o la cancellazione.


 
Ci sono dati che richiedono una particolare attenzione?
Sì, sono i dati che la legge definisce:
  • sensibili, cioè quelli che possono rivelare "l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale";
  • giudiziari, cioè quelli idonei a rivelare " provvedimenti di cui all'articolo 3, comma 1, lettere da a) a o) e da r) a u), del D.P.R. 14 novembre 2002, n. 313, in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti, o la qualità di imputato o di indagato ai sensi degli articoli 60 e 61 del codice di procedura penale".
Non sono considerati dati sensibili il codice fiscale, il numero di cellulare o quello di conto corrente bancario.
 
 
Quali sono gli obblighi per le amministrazioni?

Le amministrazioni devono: 


adottare misure di sicurezza tecniche, informatiche, organizzative, logistiche e procedurali in modo che i dati siano custoditi e controllati e siano ridotti al minimo i rischi di distruzione, perdita, accesso non autorizzato o trattamenti non permessi;


informare l'interessato ogni volta che si chiedono dei dati in merito a:

  • come e perché verranno trattati
  • l'obbligatorietà o meno di fornirli
  • cosa succede se non risponde
  • a chi verranno comunicati
  • quali sono i suoi diritti (articolo 7 del Codice)
  • chi sono il titolare e il responsabile del trattamento.


L'Università degli Studi di Teramo ha approvato con Decreto Rettorale n. 24 del 27 gennaio 2006 il Documento in formato Adobe AcrobatRegolamento di attuazione delle norme in materia di protezione dei dati personali. (82 KB)
 
 
 
 
 
Ultimo aggiornamento: 04-04-2012
Seguici su