Decennale terremoto L'Aquila

6 aprile 2009 - 2019

Ricordiamoli e ricordiamo quei giorni

 

Voglio ricordare Alessandra Cora e Francesca Olivieri, studentesse della Facoltà di Giurisprudenza di Teramo, Flavia Giulia Spagnoli, studentessa della Facoltà di Medicina Veterinaria di Teramo, Lorenzo Della Loggia, studente della Facoltà di Agraria di Teramo, i laureati dell’Ateneo, gli studenti dell’Università dell’Aquila e tutti i giovani, tanti, troppi, che hanno perso tragicamente la vita nel terremoto del 6 aprile.

Un pensiero va anche a tutte le 309 vittime.

 

Ma voglio ricordare anche quei giorni vissuti  dall'Università di Teramo. Lo sgomento nell’immediato, la voglia di reagire e quel senso di comunità con il quale stabilimmo subito un contatto con i nostri studenti dell’Aquila - sparsi in tutta la regione -  per dire che l’Università di Teramo era lì, pronta e smaniosa di  aiutarli.

 

Un grande abbraccio che i nostri giovani restituirono con messaggi che ancora oggi, nel rileggerli, stringono il cuore e portano via una lacrima.

Una testimonianza diretta, autentica,  che vale più di mille parole.

 

Il Rettore, Dino Mastrocola

 

 
 
Iniziative

Sabato 6 aprile - a partire dalle ore 8.30 - su RadioFrequenza - FM 102 - il rettore Dino Mastrocola ricorderà il terremoto di L’Aquila del 2009 nel quale, tra gli altri, persero la vita quattro studenti iscritti all’Università di Teramo. Insieme ad altri ospiti e testimoni, il Rettore ricorderà anche l’impegno per mantenere, in quei giorni difficili, un contatto costante con i circa 1.300 studenti di L’Aquila iscritti all’epoca all’Università di Teramo.

Su RadioFrequenza, sempre nella mattinata, verranno riproposte anche letture e musiche tratte da "Lectus 3:32", in scena alle 00:00 del 6 aprile a Teramo, in Piazza Orsini.

 
 
 
L'Università di Teramo, dieci anni fa, per il terremoto
 
 
 
 
Ultimo aggiornamento: 08-04-2019
Seguici su