Un brevetto di UniTe scelto fra i più innovativi d'Italia. E' sulla diagnosi del deficit di attenzione e iperattività

Prof. Claudio D'Addario
Prof. Claudio D'Addario

Porta anche la firma di Claudio D’Addario – biologo molecolare dell’Università di Teramo – un brevetto per la diagnosi e per il monitoraggio dell’ efficacia del trattamento del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) in soggetti umani, che sarà presentato a Milano dal 6 all’8 in occasione di InnovAgorà, la prima piazza dei brevetti della ricerca e dell'innovazione tecnologica italiana.

 

La manifestazione è promossa dal Ministero per l’istruzione, l’università e la ricerca (Miur) ed espone una selezione di 170 brevetti scelti tra le migliori tecnologie prodotte da università ed enti di ricerca italiani. 

 

L’invenzione, firmata Università di Teramo e cotitolari l’Istituto Superiore di Sanità e l’Università La Sapienza di Roma, consiste in una tecnica che permette lo sviluppo di un semplice test
diagnostico - un tampone buccale su soggetti di età compresa tra 6 e 14 anni - per la conferma di diagnosi, oppure prognostico per valutare la suscettibilità a un miglioramento dei sintomi ADHD.

 

--

Info sul brevetto: http://www.innovagora.it/index.php/visualizza-scheda?ID=155

 
 

 
Ultimo aggiornamento: 15-05-2019
Seguici su