N. 001

AL VIA LA DECIMA EDIZIONE DEL MASTER SULLA GESTIONE DELLO SVILUPPO LOCALE NEI PARCHI E NELLE AREE NATURALI

Teramo, 28 marzo 2014 - Sarà inaugurata lunedì 31 marzo, alle ore 9.00, nella Facoltà di Medicina Veterinaria, in piazza Aldo Moro 45, la X Edizione del Master in Gestione dello sviluppo locale nei parchi e nelle aree naturali (GESLOPAN), alla quale partecipano quest'anno 18 iscritti provenienti da nove regioni diverse.

Alla presentazione del Master ‒ coordinato da Pietro Giorgio Tiscar, della Facoltà di Medicina Veterinaria, e da Emilio Chiodo, della Facoltà di Bioscienze e tecnologie agro-alimentari e ambientali ‒ parteciperanno i rappresentanti degli enti partner: il Parco Nazionale della Majella, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, il Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise, l'Area Marina Protetta Torre del Cerrano, il WWF, la Confcooperative Abruzzo, l'Ordine degli Architetti di Teramo e il Comune di Pietracamela.

Nel corso del Master gli iscritti metteranno a frutto i loro differenziati percorsi di studio (scienze naturali e biologiche, architettura, management/green economy, economia del turismo, medicina veterinaria, biotecnologie, tutela e benessere animale, etc.) in cinque moduli intensivi composti da lezioni, discussione di casi, visite di studio, project work ed escursioni sul campo.

Il primo modulo, dedicato alla Legislazione e gestione delle aree protette, si svolgerà a Teramo, nella Facoltà di Medicina Veterinaria. I moduli successivi si svilupperanno, invece, attraverso un percorso itinerante in diverse aree protette italiane: il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga; l'Area Marina Protetta Torre del Cerrano; il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise; il Parco Naturale Paneveggio Pale di S. Martino.

 

«Le Aree Naturali Protette ‒ ha spiegato Pietro Giorgio Tiscar ‒ rappresentano importanti luoghi di sperimentazione di una convivenza armonica tra uomo e ambiente nelle quali è possibile incrementare sia la qualità dell'ambiente che la qualità di vita prendendo parte alla costruzione di un equilibrio ottimale tra attività antropiche ed ecosistemi naturali in un'ottica di green economy e di sostenibilità».

«La green economy e le opportunità occupazionali legate alle aree protette ‒ ha proseguito Tiscar ‒ saranno al centro della riflessione dei diversi docenti e professionisti che si alterneranno nella prima settimana di lezione. Al termine della settimana è previsto un primo confronto con i progetti che animano le nostre aree protette: gli studenti e i docenti del Master si trasferiranno per un giorno a Laturo, borgo del comune di Valle Castellana, abbandonato negli anni Settanta e che un'associazione di giovani, gli "Amici di Laturo", sta cercando di recuperare con tecniche rispettose della tradizione costruttiva locale e nello spirito di recupero di uno stile di vita tradizionale... a piedi, perché a Laturo, forse unico in Italia, non si può arrivare con i mezzi motorizzati!».

Il Master in Gestione dello sviluppo locale nei parchi e nelle aree naturali è un'iniziativa didattica delle Facoltà di Medicina Veterinaria, di Bioscienze e tecnologie agro-alimentari e ambientali, di Scienze politiche e di Scienze della Comunicazione, frutto della condivisione di idee e progetti tra mondo della ricerca, amministrazioni locali ed enti gestori delle Aree Naturali Protette.

Per informazioni: mastergeslopan@unite.it. Il Master è anche su Facebook (Geslopan Unite e Master e Master GESLOPAN Università degli Studi di Teramo).

REDAZIONE UFFICIO STAMPA


 
Ultimo aggiornamento: 28-03-2014
Seguici su