N. 001

DALLA SANZIONE AL PREMIO: POSITIVITÀ E NEGATIVITÀ NELLA FUNZIONE PUBBLICA

Teramo, 23 ottobre 2007 - L'introduzione nel diritto di incentivi e premi per incoraggiare comportamenti sociali conformi alle regole e i problemi che questo tipo di approccio determina nella teoria generale del diritto saranno al centro di un convegno dal titolo Dalla premialità alla promozionalità: funzione pubblica e promozionalità", che si svolgerà giovedì 25 e venerdì 26 ottobre nella Sala della lauree della Facoltà di Scienze politiche.
Nel corso delle due giornate - organizzate dalla Facoltà di Scienze politiche e dal Dipartimento di Teorie e politiche dello sviluppo sociale - saranno approfonditi i mutamenti positivi e negativi che la natura "promozionale" dello Stato sociale interventista ha determinato nella struttura e nelle funzioni della pubblica amministrazione, con il ricorso sempre più massiccio agli strumenti premiali e incentivanti.
Giovedì 25 ottobre, a partire dalle ore 15.30, si terrà la prima sessione di lavori, presieduta da Bruno Montanari, dell'Università Cattolica di Milano. Interverranno Giuseppe Falcone, avvocato del Foro di Cosenza, che terrà una relazione sul problema della rinuncia dello Stato ad esercitare il potere punitivo e il potere impositivo, Giuseppina Bizzarri, dell'Università di Teramo, che parlerà di Diritto diseguale ed azioni positive, Alfonso Catania, dell'Università di Salerno, che terrà una relazione dal titolo Al di là della promozionalità statuale.
Venerdì 26 ottobre, con inizio alle ore 9.30, si terrà la seconda sessione del convegno, presieduta da Paolo Savarese, dell'Ateneo di Teramo. I lavori si apriranno con una prolusione di Vincenzo Cerulli Irelli, dell'Università "La Sapienza" di Roma. Seguirà una tavola rotonda presieduta da Teresa Serra, dell'Università "La Sapienza" di Roma, alla quale parteciperanno Giulio Maria Chiodi, dell'Università dell'Insubria, Marina D'Orsogna, dell'Università di Teramo, Maria Rosaria Ferrarese, dell'Università di Cagliari e Luigi Lombardi Vallauri, dell'Università di Firenze.
REDAZIONE UFFICIO STAMPA
 
Ultimo aggiornamento: 23-10-2007
Seguici su