N.001

IMPORTANTE RICONOSCIMENTO SCIENTIFICO PER UNA DOTTORANDA DELL'UNIVERSITÀ DI TERAMO

Teramo, 24 giugno 2015 ‒ Ad Anastasia Falconi, dottoranda di ricerca dell’Università di Teramo, è stato conferito recentemente uno dei cinque premi messi in palio dalla Società Italiana delle Scienze Veterinarie (SISVet) «per quei lavori scientifici presentati da giovani ricercatori e studiosi in occasione dell’ultimo congresso della Società e accettati per la pubblicazione su una Rivista internazionale peer-reviewed».

Lo studio di Anastasia Falconi è stato pubblicato lo scorso marzo sulla prestigiosa rivista Journal of Biological Regulators and Homeostatic Agents ed è stato svolto nell’ambito di un progetto di ricerca finanziato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e coordinato da Giovanni Di Guardo, docente di Patologia generale e fisiopatologia veterinaria all’Università di Teramo. «Nello specifico, è stata valutata l’espressione dell’enzima 5-lipossigenasi (5-LOX), un marker di neurodegenerazione, a livello del tessuto cerebrale di numerosi Cetacei rinvenuti spiaggiati lungo le coste italiane e appartenenti a due diverse specie (Stenella coeruleoalba, Tursiops truncatus). Gli esemplari oggetto d’indagine, che risultavano affetti (o meno) da neuropatie centrali di natura infiammatoria causate da agenti biologici in grado di produrre un consistente impatto sulla salute e sulla conservazione dei Cetacei in natura (Morbillivirus, Toxoplasma gondii, Brucella spp.), hanno mostrato livelli di espressione variabili del succitato biomarker in relazione sia alla specie sia all’agente biologico responsabile della neuropatia».

 
Ultimo aggiornamento: 25-06-2015
Seguici su