N. 001

LA FINE DEL COLONIALISMO E LA VICENDA ALGERINA IN UNA CONFERENZA A SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Teramo, 29 ottobre 2007 - Giampaolo Calchi Novati, il maggiore studioso italiano di storia della decolonizzazione, sarà a Teramo, mercoledì 31 ottobre, alle ore 9.00, nell'Aula 8 della Facoltà di Scienze della comunicazione, per una conferenza dal titolo "A cinquant'anni dalla Battaglia di Algeri. L'indipendenza difficile del Nord Africa".
L'incontro, aperto al pubblico, è stato organizzato nell'ambito dell'insegnamento di Culture e politiche extraeuropee tenuto da Pierluigi Valsecchi nel Corso di laurea in Scienze della comunicazione.
«L'insurrezione popolare di Algeri del 1957 - ha spiegato Valsecchi - non è che un passaggio nella lunga lotta di liberazione algerina dal dominio francese. Tuttavia l'eco dei mezzi di comunicazione e la celebre ricostruzione cinematografica di Gillo Pontecorvo hanno fatto di quel sanguinoso episodio di guerra urbana una delle più potenti immagini-simbolo della fine dell'imperialismo coloniale europeo durante la seconda metà del Novecento».
Giampaolo Calchi Novati, docente di Storia e istituzioni dei Paesi afro-asiatici all'Università di Pavia, farà il punto su una serie di problematiche che hanno le loro radici nel nazionalismo anti-coloniale dell'Algeria e dei Paesi vicini e che continuano a segnare in maniera cruciale la politica e il rapporto fra Stato, società e religione in tutta l'Africa settentrionale e nel Mediterraneo, ma anche le più generali relazioni fra Mondo arabo e Occidente.
REDAZIONE UFFICIO STAMPA
 
Ultimo aggiornamento: 29-10-2007
Seguici su