N.001

LA MANO NEL CAPPELLO: A SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE PROIEZIONE DEL FILM DI FRANCESCO PAOLUCCI. VISIONE APERTA AL PUBBLICO

Teramo, 2 marzo 2015 – Sarà proiettato mercoledì 4 marzo, alle ore 10.00, nella Sala delle lauree della Facoltà di Scienze politiche e Scienze della comunicazione, il film La mano nel cappello (2014) del regista aquilano Francesco Paolucci, laureato dell’Università di Teramo in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo.

Alla proiezione, organizzata nell’ambito del Corso Linguaggi della comunicazione audiovisiva tenuto da Andrea Sangiovanni, interverranno il regista e gli attori. La visione è aperta al pubblico.

«Il film La mano nel cappello – spiega il regista ‒ nasce da un progetto laboratoriale teatrale e audio-visivo rivolto a disabili psico-fisici che ha voluto raggiungere alti obiettivi artistici e soprattutto potenziare lo sviluppo delle abilità specifiche di ognuno. L’approccio al teatro attraverso il linguaggio del corpo ha permesso di affrontare blocchi e insicurezze, l’aggiunta di laboratori cinematografici ha privilegiato un approccio spontaneo alla macchina da presa. Il risultato finale ha visto la realizzazione di un prodotto cinematografico che racconta una storia “comunitaria” nei suoi aspetti quotidiani e straordinari utilizzando un linguaggio, talvolta ironico e talvolta crudo, per affrontare tematiche ancora, forse, considerate tabù».

Il film racconta di una comunità di disabili che cerca di mettere in scena il Don Chisciotte di Cervantes. A guidare l’impresa tre ragazzi arrivati, per tre diversi scherzi del destino, a svolgere servizio per l’associazione di volontariato. Volontari e disabili, qui in veste di attori, alternano le attività della comunità e la loro vita quotidiana alle prove per lo spettacolo. I provini, l’assegnazione delle parti, la lettura del copione, la preparazione delle scenografie e dei costumi, i rapporti personali: un giostra rocambolesca dove tutti vengono continuamente messi alla prova. Il Don Chisciotte pian piano prende forma, ma qualcosa rischia di mandare a monte lo spettacolo a pochi giorni dalla prima.

REDAZIONE UFFICIO STAMPA


 
Ultimo aggiornamento: 02-03-2015
Seguici su