N. 001

LA STORIA DEI SEGRETARI COMUNALI

Teramo, 6 maggio 2008 - Oscar Gaspari e Stefano Sepe, autori del volume I segretari comunali. Una storia dell'Italia contemporanea , saranno a Teramo domani mercoledì 7 maggio, alle ore 16.00, nella Sala delle lauree della Facoltà di Giurisprudenza, per presentare il loro libro, edito da Donzelli e promosso dalla Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale.
Il volume sarà presentato nell'ambito di un seminario di studi organizzato dalla Scuola di specializzazione in Diritto amministrativo e scienza dell'amministrazione e dal Dipartimento di Storia e critica della politica, in collaborazione con la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale (SSPAL).
I lavori, presieduti da Liborio Iudicello, direttore della SSPAL, si apriranno con i saluti di Mauro Mattioli, rettore dell'Università degli Studi di Teramo, Francesco Camerino, prefetto di Teramo, e Gianni Chiodi, sindaco di Teramo.
Seguiranno gli interventi di Francesco Bonini, della Facoltà di Scienze politiche, Domenico Carrieri, della Facoltà di Scienze della comunicazione, Stelio Mangiameli, della Facoltà di Giurisprudenza, Carlo Paolini, segretario generale del Comune di Firenze, e Marisa Troise Zotta, prefetto del Ministero dell'Interno.
Parteciperanno, inoltre, Giovanna Marini, direttore generale dell'Agenzia autonoma per la gestione dell'albo dei segretari comunali e provinciali (Ages), Carmelo Carlino, vicedirettore dell'Ages, Carla Monaco, presidente dell'Ages Abruzzo, Giuseppe Mangolini, direttore dell'Anci Abruzzo, Walter Anello, Luigia Maria Leonardis e Giovanni Vetritto, curatori del volume.
I segretari comunali. Una storia dell'Italia contemporanea ricostruisce la storia dei segretari comunali dall'Unità ad oggi, partendo dall'analisi della legge comunale e provinciale postunitaria. Passando per il 1888, con la nuova legge per gli enti locali varata dal governo Crispi, e per il 1928, con la statizzazione, concessa in piena dittatura fascista, la ricostruzione giunge all'ultima fase della storia dei segretari, che si è aperta con la legge 142 del 1990 e con l'elezione diretta di sindaci e presidenti di provincia, per arrivare al 1997, con l'approvazione delle norme per la creazione della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale e dell'Agenzia autonoma per la gestione dell'Albo professionale dei segretari. Si tratta di un Albo nell'ambito del quale sindaci e presidenti di provincia possono scegliere il proprio segretario all'inizio del mandato, e che rappresenta una nuova opportunità di coordinamento e di formazione.
REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
Ultimo aggiornamento: 06-05-2008
Seguici su