N. 001

L'UNIVERSITÀ DI TERAMO STUDIA IL CASO NAVELLI, CENTRO DI PRODUZIONE DELLO ZAFFERANO

Teramo, 10 giugno 2008 - Si terranno a Navelli, il centro della provincia di L'Aquila noto per la pregiata produzione di zafferano, le giornate di studio organizzate dal Dipartimento di Teorie e politiche dello sviluppo sociale dell'Università di Teramo, diretto da Everardo Minardi, che si svolgeranno dall'11 al 14 giugno nella sala polifunzionale del Comune.
Nei quattro giorni, organizzati in collaborazione con il Comune e la pro-loco di Navelli, i giovani ricercatori del Dottorato di ricerca in Politiche sociali e sviluppo locale, assieme ai docenti, trascorreranno momenti di studio e di lavoro a Navelli, coinvolgendo i cittadini, gli operatori economici, i giovani, gli amministratori locali in incontri, focus group, interviste e tavole rotonde, per mettere a fuoco i fattori positivi e negativi che possono incidere sulla progettazione e la realizzazione di un intervento per lo sviluppo locale del territorio e del suo sistema produttivo e sociale.
«L'inedito appuntamento - precisa Minardi - è il segno del forte legame con il territorio regionale che l'ateneo teramano sta realizzando giorno per giorno».
«L'Università di Teramo - aggiunge il direttore del Dipartimento - dopo aver affrontato lo studio del caso del Comune di Castelli, volge ora lo sguardo alla realtà di Navelli per tracciare un percorso di formazione dal vivo per i giovani ricercatori del dottorato, specificatamente dedicato allo sviluppo locale. Si lavorerà quindi sul campo con strumenti e metodi adeguati per acquisire conoscenze, elaborare indicazioni progettuali, condividere riflessioni e valutazioni che renderanno possibile una più forte sinergia tra università e territorio, tra attività di formazione e di ricerca e con gli attori dello sviluppo locale».
Ai lavori coordinati da Everardo Minardi, parteciperanno Agnese Vardanega, Paola Pittia, Paolo Savarese, Stefano Pratesi e Rita Salvatore - docenti dell'Università di Teramo - Paolo Federico sindaco di Navelli, Antonio Bini dirigente del Servizio Sviluppo del turismo della Regione Abruzzo, Silvia De Paulis del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Silvio Sarra presidente del Consorzio per la tutela dello zafferano, Daniele Kihlgren dell'albergo diffuso Sextantio, Matilde Fiocco del Cresa, Susan Cardwell consulente marketing.
REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
Ultimo aggiornamento: 10-06-2008
Seguici su