N.001

PARTNER INTERNAZIONALI PER IL MASTER CONTRO LA CRIMINALITÀ FINANZIARIA (1)

Teramo, 19 aprile 2007 - Si terrà sabato 21 aprile , alle ore 11.00 , nella Sala delle lauree della Facoltà di Giurisprudenza , la sessione di apertura del Master in International Co-operation against Trans-national Financial organized Crime (Cooperazione internazionale contro la criminalità transnazionale finanziaria organizzata).
Sono partner del Master le Università di Barcellona, Basilea, Bochum, Bucharest, Budapest, Amburgo, Milano, Palermo, Praga, Sarajevo, Tirana, Verona e Zagabria, l'Università Cattolica di Milano, la Eastern Kentucky University (USA), l'Università peruviana Inca Garcilaso de la Vega , la Krok University di Kiev, la State University of Engineering and Economics di San Pietroburgo e la Società andalusa di Vittimologia .
Il Master conta, inoltre, sulla partnership di organizzazioni nazionali e internazionali: il Ministero dell'Interno, il Ministero dell'Economia e delle finanze, la Direzione Nazionale Antimafia, la Commissione nazionale italiana dell'Unesco, l'Interpol, l'Europol, il Gruppo italiano dell'Associazione internazionale di Diritto Penale, la missione italiana dell'OECD (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), l'Ufficio Narcotici e criminalità delle Nazioni Unite, l'Ufficio europeo per la lotta antifrode, la missione italiana permanente di Eurojust (Unità europea di cooperazione giudiziaria).
Il Master in International Co-operation against Trans-national Financial organized Crime , di durata annuale, è rivolto a 40 studenti italiani e stranieri, laureati in Giurisprudenza, Scienze politiche, Scienze sociali ed economia. L'obiettivo del Master - che sarà tenuto in lingua inglese - è la formazione di una nuova generazione di professionisti ed esperti legali, capaci di stabilire e rafforzare la cooperazione fra Stati, istituzioni, organizzazioni e cittadini, con lo scopo di contrastare la criminalità finanziaria transnazionale e di promuovere nuove ed efficienti misure per la prevenzione e la lotta di questi crimini. (SEGUE)
REDAZIONE UFFICIO STAMPA
 
Ultimo aggiornamento: 05-02-2008
Seguici su