RINNOVATO IL CDA DELLA FONDAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TERAMO. ROMANO ORRÙ È IL NUOVO PRESIDENTE

Teramo, 12 novembre 2018 – Romano Orrù, ordinario di Diritto costituzionale italiano e comparato, è il nuovo presidente della Fondazione Università di Teramo. Rimarrà in carica tre anni.

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione nella seduta odierna ha recepito così le delibere del Senato Accademico e del CDA dell’Ateneo relative alla nomina di Romano Orrù quale presidente e di Michele Amorena, della Facoltà di Medicina Veterinaria, a integrazione del Consiglio di Amministrazione della Fondazione, composto da Pier Augusto Scapolo, ex preside della Facoltà di Medicina Veterinaria, Enrico Del Colle in rappresentanza del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Massimo Lupino in rappresentanza del personale amministrativo di Ateneo. Direttore generale della Fondazione è Manuel De Nicola, docente della Facoltà di Scienze della comunicazione.

Le Fondazioni universitarie sono state istituite con la Legge n. 388 del 23 dicembre 2000. La Fondazione Università degli Studi di Teramo è nata nel 2003. Da allora sono stati presidenti Luciano Russi dal 2003 al 2005, Mauro Mattioli dal 2006 al 2010, Francesco Benigno dal 2010 allo scorso giugno.

«Le Fondazioni Universitarie ‒ ha dichiarato Romano Orrù ‒ rappresentano strumenti straordinari al servizio delle università pubbliche, che si trovano a dover affrontare compiti sempre più gravosi in termini di crescita, sviluppo e innovazione. Ed è proprio con lo spirito di servizio che cercherò di rendere più incisivo il contributo della Fondazione a favore dell’Università di Teramo, e quindi indirettamente a favore anche del tessuto industriale, economico e culturale della provincia e della regione. Il know-how finora acquisito dalla Fondazione, infatti, raccoglie un ventaglio di attività che spaziano dall’Information e Communication Technology alle produzioni radiotelevisive con tecnologie di ultima generazione, dalla realizzazione di prodotti didattici multimediali, alla formazione linguistica e al supporto ai progetti strategici, dai servizi editoriali alla creazione di archivi storici, dalla manutenzione e gestione di spazi alla progettazione, realizzazione e conduzione di punti ristoro».

«Sono convinto – ha concluso il nuovo presidente – che la Fondazione Università di Teramo riuscirà a consolidare e ampliare la vasta rete di servizi, in un appassionante gioco di squadra per la continua affermazione, a tutti i livelli, dell’Università degli Studi di Teramo».

 

Romano Orrù è ordinario di Diritto costituzionale italiano e comparato nella Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Teramo, di cui è Decano.

È delegato del Rettore per la formazione degli insegnanti, presidente del Comitato ordinatore per i corsi FIT, coordinatore del Dottorato in Governo dell’impresa, dell’amministrazione e della società internazionale. Ha ricoperto, tra gli altri, il ruolo di: direttore del Dipartimento di Studi giuridici comparati, internazionali ed europei; delegato del Rettore per la Ricerca; prorettore alla Didattica; componente del Senato accademico e del Consiglio di amministrazione.

Dal 1995 al 2015 è stato docente incaricato di Diritto pubblico all’Università “L. Bocconi” di Milano. È stato Vice Presidente del Collegio per le garanzie statutarie della Regione Abruzzo e componente il Comitato di garanzia e di indirizzo scientifico dell’Istituto per la finanza e l’economia locale (IFEL-Fondazione ANCI). È stato componente del comitato direttivo della rivista Diritto pubblico comparato ed europeo e del comitato direttivo dell’Associazione di Diritto pubblico comparato ed europeo, socio fondatore della sezione italiana dell’Istituto Ibero-americano de Derecho Constitucional.

REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
 
Ultimo aggiornamento: 12-11-2018
Seguici su