N.002

TEATRO DI CONFINE E NUOVE DRAMMATURGIE: DOMANI IN SCENA ”IL SINDACO” DI FLORA FARINA, CON ANGELO TANZI

Teramo 12 maggio 2015 ‒ Continua il cartellone della rassegna “Teatro di confine e nuove drammaturgie under 40”, un progetto didattico organizzato dalla Cattedra di Comunicazione teatrale dell’Università di Teramo, tenuta dal regista direttore di Spazio Tre Silvio Araclio. Domani, mercoledì 13 maggio, alle ore 21.00, nella Sala conferenze della Facoltà di Scienze della Comunicazione andrà in scena “Il Sindaco” di Flora Farina, con e per la regia di Angelo Tanzi.

Gerardo, “il sindaco”, è il protagonista dello spettacolo. È l’uomo che tutti noi vorremmo essere in una determinata situazione, colui che agisce con il cuore, che crede nel prossimo e nella sua buona fede. E come succede nei luoghi del cuore, quello che nasce dalla buonafede, dall’onestà e dalla verità vince, riesce, ha un buon esito… talmente buono che viene universalmente riconosciuto, conclamato, acclamato.
La vicenda che Gerardo racconta è ispirata ai fatti avvenuti alla fine del secolo scorso a Badolato, piccolo paese della costa ionica calabrese, spopolato dall’emigrazione italiana del dopoguerra.
Nell’inverno del 1998 sulle coste limitrofe al paese si susseguirono sbarchi di profughi provenienti dal Kurdistan turco. L’allora sindaco decise di non ignorare quell’evento e di usarlo per ridare vita alla sua comunità. Aprì le case disabitate dei centri storici alle famiglie appena sbarcate dando vita così a una realtà multiculturale del tutto inusitata nel panorama italiano. Per i calabresi volle dire vedere i loro paesi di nuovo in vita.
Dopo alcuni anni tuttavia Badolato subisce un secondo spopolamento, data la grande povertà del territorio e la difficoltà di gestire la situazione. L’esperienza segna comunque l’intero paese, che decide di prendere lo status di “paese aperto”, in cui profughi e migranti, anche solo per riprendere fiato, possono sostare e essere accolti.
REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
Ultimo aggiornamento: 12-05-2015
Seguici su