N. 001

UN CONVEGNO "A DIFESA" DELLE API

Teramo, 26 maggio 2009 - Le problematiche sanitarie delle api e il loro uso nel bio-monitoraggio saranno al centro di una giornata di studio che si svolgerà giovedì 28 maggio, a partire dalle ore 9.00, nella sede della Facoltà di Medicina Veterinaria in piazza Aldo Moro.
L'incontro, dal titolo "Ricominciamo dalle api" , è stato organizzato da Michele Amorena, della Facoltà di Medicina Veterinaria, nell'ambito della Scuola di specializzazione in Sanità animale, allevamento e produzioni zootecniche, diretta da Fulvio Marsilio, in collaborazione con la FAI-Federazione Apicoltori Italiani e il Cra-Api, Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Apicoltura.
Nel corso dei lavori docenti e studenti di veterinaria, esperti del settore, ricercatori e apicoltori, partendo dalla biologia delle api faranno il punto sulla Sindrome da Spopolamento (SSA) e le Buone Pratiche Apistiche da adottare per contrastarla, soffermandosi sul ruolo delle patologie emergenti e sulla spinta che esse potranno dare alla riforma del Regolamento di Polizia Veterinaria. Infine, saranno illustrati i risultati di Apenet, un progetto di ricerca a difesa delle api che svolge azioni di monitoraggio dell'ambiente attraverso postazioni apistiche.
«Negli ultimi anni - ha spiegato Michele Amorena - l'uso di pesticidi come i neonicotinoidi nella concia delle sementi ha comportato una riduzione del patrimonio apistico di oltre l'80%. Solo se l'attuale sospensione disposta dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, diventerà definitiva potremo "ricominciare dalle api". Il titolo che abbiamo voluto dare a questa giornata di studio è in qualche modo evocativo: quando una struttura sociale subisce un'aggressione violenta, si può solo ripartire da zero, attraverso nuove norme che salvaguardino il futuro di quella società. E per le api è un po' come deve accadere dopo il sisma in Abruzzo».
Il convegno sarà anche l'occasione per sottolineare l'esigenza, sempre più avvertita da parte degli apicoltori, di medici veterinari specializzati in apicoltura, al fine di garantire una corretta applicazione delle norme di tutela della sanità degli alveari e dell'igiene dei prodotti che ne derivano.
La giornata si aprirà con i saluti del rettore Mauro Mattioli e del preside della Facoltà di Medicina Veterinaria Fulvio Marsilio.
Interverranno Raffaele Cirone, presidente della FAI, Anna Gloria Sabatini, Piotr Medrzycki e Cecilia Costa, del Cra-Api, Tullio De Felicibus, apicoltore della FAI Abruzzo, Viviana Ruta, dell'Azienda sanitaria locale di Lanciano-Vasto, e Monia Perugini, dell'Università di Teramo.
A margine dell'incontro, gli apicoltori locali allestiranno stand con arnie didattiche e punti di degustazione del miele del territorio.
REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
Ultimo aggiornamento: 26-05-2009
Seguici su