N.001

CONVEGNO INTERNAZIONALE SUI DIRITTI LINGUISTICI. TRE GIORNI DI INIZIATIVE CON ESPERTI DA TUTTO IL MONDO

Teramo, 5 novembre 2012 – Le Migrazioni: tra disagio linguistico e patrimoni culturali è il tema delle Seste Giornate dei diritti linguistici , l’appuntamento annuale all’Università di Teramo, che dal 6 all’8 novembre accoglierà relatori, esperti e testimoni provenienti da tutto il mondo per unire all’analisi sociolinguistica dei flussi migratori i relativi aspetti economici, sociali, storici, sanitari e giuridici.

Il Convegno ‒ organizzato su iniziativa di Giovanni Agresti, ricercatore di Lingua francese della Facoltà di Scienze politiche dell’Ateneo teramano ‒ comincerà domani alle ore 9.45 nella Sala delle lauree della Facoltà di Giurisprudenza, si sposterà nel pomeriggio di mercoledì 7 novembre nella Sala polifunzionale del Comune di Fano Adriano, per concludersi giovedì 8 a Pescara nel Museo delle Genti d’Abruzzo.

Con il pieno coinvolgimento di alcune comunità immigrate, saranno anche presentati i primi risultati del progetto speciale di eccellenza 2011 dal titolo “Cavalcando i flussi: immigrati, mercato del lavoro e integrazione sociale e culturale nella provincia di Teramo”, finanziato dalla Fondazione Tercas e condotto dal Dipartimento di Teorie e politiche dello sviluppo sociale dell’Università di Teramo. Si parlerà poi anche di comunità abruzzesi all’estero, il 7 a Fano Adriano, del rapporto tra plurilinguismo e mondo del lavoro e, nella giornata conclusiva a Pescara, della lingua-cultura arbëres.

Oltre alle conferenze e ai dibattiti, le Giornate dei diritti linguistici saranno l’occasione per incontrare e prendere contatti con le realtà impegnate nelle tematiche del convegno grazie alla seconda edizione del Salone della Diversità Linguistica che dal 6 al 7 novembre accompagnerà l’evento. Numerosi gli stand presenti tra i quali le Associazioni Aisam, Iris e Alba, l’Istituto Isit di Trento, la rivista Kamastra, la collana “Lingue sempre meno straniere” (Wizarts editore), Cittadinanza attiva, Associazione Bambun, Comunità islamica abruzzese, l’Osservatorio immigrati della provincia di Teramo, la Caritas L’Aquila, l’Istituto internazionale del teatro del Mediterraneo, l’Associazione nazionale oltre le frontiere.

REDAZIONE UFFICIO STAMPA


 
Ultimo aggiornamento: 05-11-2012
Seguici su