N.002

GIORNATA DI STUDIO SUL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO DALL'UNIVERSITÀ ALLE IMPRESE (2)

Teramo, 22 novembre 2010 - «È nostra responsabilità - ha dichiarato Michele Pisante - far sì che la proprietà intellettuale, che è il risultato della ricerca annuale dell'Università, sia adeguatamente protetta e commercializzata a beneficio dell'Università, della Regione Abruzzo e, di fatto, della nazione».
«L'Università di Teramo - ha proseguito - dispone di 260 docenti. La nostra attività è concentrata in due poli caratteristici e abbiamo specialisti all'interno di una vasta gamma di discipline accademiche e competenze: scienze agrarie, veterinarie, biologiche e chimiche all'interno del polo scientifico; scienze giuridiche, storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche, economiche e statistiche, ma anche scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche nel polo umanistico».
«Nel nuovo corso avviato dal Settore Ricerca Scientifica - ha concluso Pisante - si opera in stretta collaborazione con le imprese per il trasferimento tecnologico, per valutare le innovazioni di interesse imprenditoriale e giungere fino alla costituzione di imprese spin-off e accordi per redigere licenze - massimizzando il ritorno sulla proprietà intellettuale - ma anche per favorire la nascita e lo sviluppo di imprese innovative, attraverso i cosiddetti "incubatori" d'impresa, strumenti fondamentali per il trasferimento tecnologico dalla ricerca alle attività produttive e per far decollare nuove imprese competitive».
REDAZIONE UFFICIO STAMPA
 
Ultimo aggiornamento: 22-11-2010
Seguici su