IL PRESIDENTE NAZIONALE DI ASSOENOLOGI RICCARDO COTARELLA A TERAMO PER UNA CONVENZIONE CON L’UNIVERSITÀ. PER ASSOENOLOGI È IL PRIMO ACCORDO DEL GENERE CON UN ATENEO ITALIANO

Da sinistra: il preside della Facoltà di Bioscienze Enrico Dainese, il presidente di Assoenologi Riccardo Cotarella, il rettore Dino Mastrocola, il presidente di Assoenologi Abruzzo-Molise Nicola Gragani, il direttore di Assoenologi Paolo Brogioni e la pr
Da sinistra: il preside della Facoltà di Bioscienze Enrico Dainese, il presidente di Assoenologi Riccardo Cotarella, il rettore Dino Mastrocola, il presidente di Assoenologi Abruzzo-Molise Nicola Gragani, il direttore di Assoenologi Paolo Brogioni e la pr

Teramo 26 settembre 2020 – L’Assoenologi, Associazione Enologi Enotecnici Italiani, ha siglato oggi venerdì 25 settembre, una convenzione con l’Università di Teramo per il Corso di laurea in Viticoltura ed enologia.

L’accordo – firmato dal presidente nazionale dell’Associazione Riccardo Cotarella, dal rettore Dino Mastrocola e dal presidente della Sezione Assoenologi Abruzzo Molise Nicola Dragani – prevede che l’Università di Teramo possa concorrere alla formazione degli iscritti ad Assoenologi in possesso del diploma di specializzazione di Enotecnico.

Agli enotecnici che si iscrivono al primo anno del Corso di laurea in Viticoltura ed enologia, in virtù del percorso formativo svolto e dell’esperienza professionale, saranno riconosciuti fino a 11 crediti formativi.

«Quella siglata con Assoenologi  – ha dichiarato il rettore Dino Mastrocola  – è una convenzione didattica, ma anche di ricerca, con una coorte molto importante nel settore della viticoltura e dell’enologia. L’Associazione ha al proprio interno sia enologi laureati che enologi diplomati. Il nostro intento è quello di allargare il più possibile la platea dei laureati in Viticoltura ed enologia ai tecnici del settore. Se volessimo utilizzare uno slogan, mi piacerebbe dire che “Laureiamo il vino”.

Si tratta della prima convenzione a livello nazionale tra un Corso di laurea in Viticoltura ed enologia e la categoria che praticamente manda avanti dal punto di vista tecnico e professionale il settore del vino. E se in questi anni la qualità del vino italiano è notevolmente aumentata, come dimostrato dai riscontri nazionali e internazionali, è grazie agli enologi, ma anche e soprattutto alla formazione che è quella propria del Corso di laurea in Viticoltura ed enologia».

«In un momento così difficile e complesso sia per la vita sociale che, soprattutto, per il mondo del lavoro e della formazione – ha detto il presidente di Assoenologi Riccardo Cotarella – abbiamo ritenuto importante andare alla sottoscrizione di questo accordo per offrire agli studenti un incentivo in più per affrontare al meglio la carriera universitaria. Quello siglato con l’Università degli Studi di Teramo e con l’occasione ringrazio il Rettore Dino Mastrocola per la sensibilità e disponibilità dimostrata, è il primo accordo che Assoenologi conclude con un ateneo italiano per il riconoscimento dei Crediti Formativi».

«Un’iniziativa che siamo certi troverà il riscontro favorevole di tanti studenti e che auspichiamo possa essere replicata anche con altre università in altre regioni. Sapere di offrire un concreto aiuto a quelli che saranno i futuri enologi di questo Paese è un obiettivo raggiunto per Assoenologi e per la Sezione Abruzzo Molise» ha spiegato Nicola Dragani.

Alla firma della convenzione erano presenti anche il preside della Facoltà di Bioscienze Enrico Dainese, il direttore di Assoenologi Paolo Brogioni e la presidente del Corso di laurea in Viticoltura ed enologia Rosanna Tofalo.

REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
 
Ultimo aggiornamento: 25-09-2020
Seguici su