Conoscere il proprio ISEE

La condizione economica del nucleo familiare di appartenenza dello studente è definita sulla base dell'ISEE per le prestazioni al diritto allo studio - Indicatore della Situazione Economica Equivalente per l’Università.

Come ottenere l'ISEE

 

Il modello ISEE per le prestazioni al diritto allo studio può essere rilasciato da: Comuni, sedi territoriali dell’INPS, Centri di Assistenza Fiscale (C.A.F.), enti erogatori di prestazioni sociali agevolate o direttamente sul sito dell’INPS.

C.A.F. regione Abruzzo: http://abruzzo.agenziaentrate.it/?id=2121

 

Quale ISEE utilizzare

 

L’ISEE per la determinazione delle tasse per l’anno accademico 2018-2019 è quello 2018 che considera i redditi relativi al 2016 e i patrimoni relativi al 2017. Gli ISEE calcolati dopo il 15/1/2019 che tengano conto dei parametri relativi all’anno solare 2018 non potranno essere validi, fatta eccezione per:

  • Immatricolazioni autorizzate dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica;
  • Immatricolazioni alle lauree magistrali da parte degli studenti che conseguono il titolo di laurea triennale entro la sessione straordinaria 2017/2018;
  • Iscrizioni agli anni successivi degli studenti che hanno presentato domanda di laurea per la sessione straordinaria e non conseguono il titolo, e solo se lo studente non sia in possesso dell’ISEE 2018.

Scelta del nucleo familiare

 

Lo studente può scegliere la determinazione del reddito facendo riferimento a:

  • Nucleo familiare di appartenenza;
  • Nucleo familiare indipendente.

 

Nucleo familiare indipendente

Lo studente avente nucleo familiare a se stante potrà essere considerato indipendente - e quindi presentare una propria dichiarazione ISEE per l’Università - solo qualora si verifichino le condizioni previste dal Decreto Legislativo 68/2012:

  1. Residenza esterna all'unità abitativa della famiglia d'origine, da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda, in alloggio non di proprietà di un componente del nucleo familiare;
  2. Redditi da lavoro dipendente o assimilati, fiscalmente dichiarati dallo studente da almeno due anni, non inferiori a € 6.500 con riferimento ad un nucleo familiare di una persona.

Nel caso in cui non ricorrano le condizioni 1 e 2, si terrà conto della certificazione ISEE per l’Università del nucleo familiare di origine (il nucleo familiare dello studente è integrato con quello dei genitori).

Quando presentare l'ISEE

 

Per gli immatricolati

Durante la procedura di immatricolazione online (vedi: Come immatricolarsi) lo studente può dichiarare l'ISEE 2018 che sarà utilizzato per il calcolo del COA. Nel corso dell’immatricolazione online lo studente potrà scegliere una delle seguenti opzioni:

  1. Dichiarare l'ISEE.
  2. Non dichiarare l'ISEE. In questo caso pagherà il COA più alto.

 

 

Per gli iscritti agli anni successivi

 

  • Chi è in possesso del modello ISEE 2018 e vuole usufruire delle agevolazioni legate al reddito deve inserire, durante la procedura di iscrizione on line, il protocollo DSU e il valore ISEE 2018.Entro il 19 dicembre 2018 dovrà inviare in allegato (in formato pdf max 4 MB) all’indirizzo isee@unite.it il modello ISEE 2018 e la ricevuta di iscrizione. Nell’oggetto della email dovrà essere indicata la matricola e il cognome e nome dello studente.

 

  • Chi non è in possesso del modello ISEE 2018 ma vuole usufruire delle agevolazioni legate al reddito, all’atto dell’iscrizione on line lo studente dovrà indicare la fascia di reddito più alta. Entro il 19 dicembre 2018 dovrà inviare in allegato (in formato pdf max 4 MB) all’indirizzo isee@unite.it il modello ISEE 2018 e la ricevuta di iscrizione. Nell’oggetto della email dovrà essere indicata la matricola e il cognome e nome dello studente. Nel caso di mancata presentazione dell’ISEE 2018 entro questa data lo studente verrà iscritto con la fascia di reddito più alta.

 

ISEE non presentato

 

Lo studente che decide di non dichiarare il proprio reddito pagherà il COA più alto.

 
Ultimo aggiornamento: 01-10-2018
Seguici su