ALL’EUROPARLAMENTARE PAOLO DE CASTRO L’ONORIFICENZA DELL’ORDINE AL MERITO DELL’ATENEO

Teramo, 22 maggio 2018 – Venerdì 25 maggio 2018 l’Università degli Studi di Teramo conferirà al vice presidente della Commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale del Parlamento europeo Paolo De Castro l’onorificenza dell’Ordine al merito dell’Ateneo “Guido II degli Aprutini”.

La cerimonia si svolgerà alle ore 10.00 nell’Aula Mario Compagnucci della Facoltà di Medicina Veterinaria a Piano d’Accio.

Dopo i saluti del rettore Luciano D’Amico e l’introduzione del preside della Facoltà di Medicina Veterinaria Augusto Carluccio, Paolo De Castro terrà una Lectio Magistralis dal titolo Il sistema zootecnico europeo: le sfide e le politiche per il prossimo futuro.

Seguirà la lettura della motivazione e il conferimento dell’Ordine al merito “Guido II degli aprutini”.

Prima che a De Castro l’onorificenza era stata conferita, nel febbraio 2015, al vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini.

Paolo De Castro, 58 anni, laureato in Agraria, professore ordinario di Economia e politica agraria all’Università di Bologna, dal 2009 è membro del Parlamento europeo dove fino al 2014 ha rivestito la carica di Presidente della Commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale. È stato tre volte ministro italiano dell’Agricoltura (dal 1998 al 2000 nei due governi D’Alema e nel 2006 nel Governo Prodi), consigliere economico del presidente del Consiglio Romano Prodi (1996/1998) e del ministro delle Risorse Agricole e Forestali Michele Pinto.

Eletto Senatore nel 2008 ha rivestito la carica di Vicepresidente della 9ª Commissione permanente Agricoltura e produzione agroalimentare.

Autore di oltre 100 pubblicazioni scientifiche, è coordinatore scientifico del Centre International des Hautes Etudes Agronomiques Mediterranéens (C.I.H.E.A.M) di Parigi, socio della European Agricoltural Economics Association (EAEA) e della Società Italiana di Economia Agraria (SIDEA) e accademico ordinario dell’Accademia Nazionale dell’Agricoltura di Bologna, dell’Accademia Economico Agraria dei Georgofili di Firenze, dell’Accademia Agraria di Pesaro e dell’Accademia Nazionale di Treja.

REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
 
Ultimo aggiornamento: 22-05-2018
Seguici su