L’UNIVERSITÀ DI TERAMO CON L’ITALIA A EXPO 2020 DUBAI

Teramo, 2 maggio 2019 ‒ Nel Padiglione Italia dell’Expo 2020 di Dubai ampio spazio sarà dedicato alla Ricerca e alla Formazione avanzata sui temi della Sostenibilità, Innovazione tecnologica e Biodiversità animale.

Per questo il Commissariato Generale dell’Italia a Expo 2020 Dubai e l’Università di Teramo hanno firmato un Protocollo d’intesa per promuovere i temi della ricerca e della formazione specializzata nell’ambito della Sostenibilità, in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile e la Strategia Europa 2020. Un impegno comune nel progettare e promuovere opportunità di collaborazione scientifica, culturale e didattica, in occasione della partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai con particolare riguardo ai temi dell’innovazione tecnologica per la cura della biodiversità e dell’ambiente, le bioscienze e le tecnologie agroalimentari, la biodiversità animale, life science e salute, la tutela ambientale e i “nuovi diritti”, la diplomazia culturale e scientifica, il dialogo interculturale.

Un tema strategico oggetto dell’accordo, di interesse culturale, sociale ed economico per l’area dei Paesi della Penisola Arabica e per gli Emirati Arabi Uniti in particolare, è la valorizzazione del settore dell’innovazione tecnologica per la cura della biodiversità animale, in particolare del cavallo.

Il Commissariato Generale del Governo coordina e organizza la presenza italiana all’Esposizione Universale di Dubai 2020. Si occupa di gestire, in Italia e all’estero, le iniziative e le risorse legate alla partecipazione italiana, nonché tutte le iniziative a carattere scientifico, culturale e artistico a sostegno delle finalità dell’evento.

Delegata del rettore Dino Mastrocola alle iniziative per l’organizzazione e la partecipazione al Padiglione Italia dell’Expo 2020 di Dubai è Pia Acconci, docente della Facoltà di Scienze della Comunicazione.

REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
 
Ultimo aggiornamento: 02-05-2019
Seguici su