CON LA RICONFERMA DI PAOLO MARCHETTI A PRESIDE DELLA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA SI CONCLUDE LA TORNATA ELETTORALE PER IL RINNOVO DEI VERTICI DELLE CINQUE FACOLTÀ DELL’UNIVERSITÀ DI TERAMO

Nella foto (da destra): il neoletto preside Paolo Marchetti, il prof. Stelio Mangiameli, il prof. Alberto Zito, il rettore Dino Mastrocola e la prof. Alessandra Giunti
Nella foto (da destra): il neoletto preside Paolo Marchetti, il prof. Stelio Mangiameli, il prof. Alberto Zito, il rettore Dino Mastrocola e la prof. Alessandra Giunti

Teramo, 11 luglio 2019 ‒ Paolo Marchetti, ordinario di Storia del diritto medievale e moderno, alla guida della Facoltà di Giurisprudenza dal 2016, è stato rieletto preside oggi nella tornata elettorale che lo ha visto unico candidato. Sono stati 47 i votanti tra docenti, personale amministrativo e studenti, 39 le preferenze ottenute.

Laureato in Giurisprudenza all’Università di Macerata, Paolo Marchetti ha svolto attività di ricerca in Italia e all’estero, in particolare al GERN di Parigi e all’Università di Berkeley in California. È stato presidente del Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza e delegato del Rettore per il sistema bibliotecario d’Ateneo.

Con l’elezione odierna, l’Ateneo ha completato il rinnovo dei presidi delle cinque Facoltà: Augusto Carluccio per la Facoltà di Medicina Veterinaria, Francesca Fausta Gallo per la Facoltà di Scienze politiche, Christian Corsi per la Facoltà di Scienze della Comunicazione ed Enrico Dainese per la Facoltà di Bioscienze e tecnologie agro-alimentari e ambientali.

REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
 
Ultimo aggiornamento: 11-07-2019
Seguici su