Laureato dell'Università di Teramo vince il premio annuale della Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva

Domenico Sciota con il prof. Giovanni Di Guardo nel giorno della laurea
Domenico Sciota con il prof. Giovanni Di Guardo nel giorno della laurea

Domenico Sciota, laureato lo scorso anno in Medicina Veterinaria nella Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Teramo, è risultato vincitore, ex aequo, dell’edizione 2018 del Premio che la Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva (SIMeVeP) conferisce alla miglior tesi di laurea su argomenti di Sanità pubblica veterinaria.

Relatore della tesi il professor Giovanni Di Guardo, docente di Patologia generale e fisiopatologia veterinaria alla Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Ateneo teramano.

 

«La tesi di laurea del dottor Sciota – spiega Di Guardo ‒ di natura sperimentale e con un’ampia quanto aggiornata rassegna critica sui prioni e sulle peculiari malattie provocate da questi “enigmatici” agenti patogeni, è stata incentrata sul coinvolgimento della ghiandola surrenale nella pecora di razza Sarda in corso d’infezione naturale e sperimentale sostenuta dall’agente della Scrapie, il “prototipo” delle malattie prioniche animali e umane».

La tesi di Domenico Sciota sarà  pubblicata integralmente sulla rivista Argomenti, organo ufficiale della SIMeVeP.

 
 

 
Ultimo aggiornamento: 31-07-2019
Seguici su