OMBRINA MARE, TAP E DISCARICA DI BUSSI. IL MASTER IN DIRITTO DELL'ENERGIA E DELL'AMBIENTE "SCENDE IN PIAZZA"

Teramo, 25 giugno 2020 – Si terranno nei giardini Pannella di Teramo (via Pietro Rosati) il 3, il 10 e il 17 luglio prossimi i tre seminari previsti per il Master di secondo livello dell’Università di Teramo in Diritto dell’Energia e dell’Ambiente , diretto dal costituzionalista Enzo Di Salvatore.

«Ho voluto chiamare l’iniziativa L’Ambiente in Piazza – spiega Di Salvatore – perché portare le tematiche ambientali al di fuori dell’Università, all’aperto, oltre a essere una “necessità” dal momento che consente di organizzare gli eventi in tutta sicurezza, offre anche la possibilità di avvicinare ai temi dell’energia e dell’ambiente una platea più ampia di persone. Durante i tre eventi pubblici dedicati a Ombrina mare, al TAP e alla discarica di Bussi, infatti, quindici ospiti tra magistrati, avvocati, giornalisti, esperti e docenti universitari si confronteranno tra loro e interagiranno con il pubblico».

Si inizia quindi il 3 luglio alle ore 17.00 con il seminario Ombrina mare e la questione petrolifera nell’Adriatico . Interverranno Paolo Colasante, ricercatore dell’Istituto di studi sui sistemi regionali federali e sulle autonomie (ISSiRFA); la giornalista Monica Di Sisto; Dante Caserta, vicepresidente WWF ed Enrico Gagliano, docente del Master. Gli interventi e il dibattito saranno coordinati dal direttore del Master Enzo Di Salvatore e dalla giornalista Pina Manente.

Il 10 luglio, sempre alle ore 17.00, si parlerà del Mega-Gasdotto Tap con Tommaso Pagliani, dottore di ricerca in Scienze ambientali, con il giornalista Stefano Vergine, l’avvocato Francesco Calabrò, il presidente dell’Ordine degli avvocati di Sulmona Luca Tirabassi e l’ingegnere chimico Alessandro Manuelli. Coordineranno gli interventi Emanuela Pistoia del Consiglio scientifico del Master e la giornalista Antonella Formisani.

Il 17 luglio infine, stessa ora, si tratterà il caso della Discarica di Bussi . Interverranno Antonio Guerriero, procuratore della Repubblica di Teramo; Stefano Giovagnoni, sostituto procuratore della Repubblica di Teramo; Domenico Canosa, magistrato del Tribunale di Teramo; Massimo Colonna, consulente ambientale SOGEA e Massimo Ranieri, presidente EcoLan SpA. I lavori saranno coordinati da Marco Pierdonati, del Consiglio scientifico del Master, Stefano Pallotta, presidente dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo e dalla giornalista Antonella Formisani.

L’ingresso – nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale – è libero fino a esaurimento posti. Gli eventi sono accreditati presso l’Ordine dei giornalisti.

È gradita comunque la prenotazione all’indirizzo e-mail masterambiente@unite.it.

Il Master di secondo livello in Diritto dell’Energia e dell’Ambiente, unico in Italia, ha numerosi partner tra cui la Regione Abruzzo, la Provincia di Teramo, il TAR Abruzzo, la Procura della Repubblica di Teramo, l’Anci Abruzzo e diverse società private.

REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
 
Ultimo aggiornamento: 25-06-2020
Seguici su