Prof. DI FEDERICO Rossella
 
 

Curriculum accademico

 

Dal 2 Gennaio 2000 è Ricercatrice in Sociologia dei Processi Economici e del Lavoro, presso l'Università degli Studi di Teramo, Facoltà di Scienze della Comunicazione.

Attualmente, insegna Human Resources Management ed è Delegata all'Orientamento in Entrata e al Placement della Facoltà di Scienze della Comunicazione. Presso la facoltà di Scienze Politiche insegna Gestione delle Risorse Umane presso il Corso di Studi in Economia.  Nello stesso Ateneo ha insegnato anche: Sociologia dell'Organizzazione, Sociologia Economica, Sociologia dei Processi Economici e del Lavoro, , Comunicazione ed Organizzazione delle Imprese Turistiche, Sociologia dei Processi Culturali e delle Rappresentazioni Sociali.

 

Come coordinatrice o componente, ha partecipato a molteplici ricerche inter-universitarie sui seguenti temi : Distretti Industriali Italiani, Patti Territoriali, Sviluppo Locale, Lavoro Immigrato, Power Èlite in Italia. È stata visiting researcher presso l’Istituto McLuhan dell’Università di Toronto (Canada). Attualmente è referente per l'Italia di un progetto europeo dal titolo BARSOP “Bargaining and Social Dialogue at the Public Sector” Coordinato dall'Università di Amsterdam( Institute for Advanced Labour Studies) e che vede la partecipazione di altre 6 prestigiosi atenei europeio. Recentemente (2015) ha partecipato ad un progetto di rilevanza nazionale (PRIN) dal titolo “Old and new paths of labour regulation in SMEs in European countries. Trends and challenges for economic competitiveness and social sustainability REGSMESed, coordinato dall'Università Statale di Milano. Nel 2014/2015 è stata coordinatrice per l’Italia di un progetto europeo, finanziato dalla Commissione Europea, dal titolo Bargaining for Social Rights at Sectorial Level.


a.a 1999/2000
Ha svolto seminari nell'ambito dei seguenti corsi d'insegnamento:
-Sociologia dell'organizzazione. Temi trattati: ambiente e cultura organizzativa, tecnologie e strategie organizzative, modelli decisionali

-Sociologia generale. Temi trattati ed attività svolte: metodologie e tecniche della ricerca sociale; impostazione e realizzazione di alcune ricerche campionarie condotte dagli studenti frequentanti

-Sociologia economica. Lettura ed approfondimento di alcuni autori classici (Polanyi, Schumpeter); analisi dei principali temi della Sociologia economica contemporanea.

 

a.a 2000/2001
* Supplenza di Sociologia dell'organizzazione
Inoltre, ha tenuto seminari nei seguenti corsi d'insegnamento:

-Sociologia generale. Temi trattati: approfondimento di alcuni autori classici (Marx, Weber, Durkheim) (10 ore)

-Sociologia economica. Temi trattati: approfondimento delle seguenti tematiche: capitale sociale, distretti industriali e nuova economia, globalizzazione e nuove tecnologie della comunicazione (10 ore)

 

a.a. 2001/2002
*Supplenza di Sociologia dell'organizzazione

*Supplenza di Sociologia economica sui temi e percorsi della nuova Sociologia economica

Inoltre, ha tenuto seminari nell'ambito del Corso di Sociologia economica sui principali autori della Sociologia economica classica

a.a. 2002/2003

*Supplenza di Sociologia dell'organizzazione

*Supplenza di Sociologia dell'organizzazione livello specialistico

*Supplenza di Gestione delle risorse umane

 

a.a. 2003/2004
*Supplenza di Sociologia dell'organizzazione

*Supplenza di Sociologia dell'organizzazione livello specialistico

*Supplenza di Gestione delle risorse umane

*Supplenza di Sociologia dei processi economici e del lavoro

 

a.a. 2004/2005
*Supplenza di Scienza dell'organizzazione e dell'amministrazione

*Supplenza di Sociologia dell'organizzazione, management e gestione delle risorse umane

*Supplenza di Gestione delle risorse umane

*Supplenza di Sociologia dei processi culturali e delle rappresentazioni sociali


a.a. 2005/2006
* Supplenza di Scienza dell'organizzazione e dell'amministrazione
* Supplenza di Sociologia dell'organizzazione, management e gestione delle risorse umane
* Supplenza di Gestione delle risorse umane
* Supplenza di Sociologia dei processi culturali e delle rappresentazioni

a.a. 2006/2007
* Supplenza di Scienza dell'organizzazione e dell'amministrazione
* Supplenza di Sociologia dell'organizzazione, management e gestione delle risorse umane
* Supplenza di Comunicazione ed organizzazione delle imprese turistiche

a.a. 2007/2008
* Supplenza di Scienza dell'organizzazione e dell'amministrazione
* Supplenza di Sociologia dell'organizzazione, management e gestione delle risorse umane
* Supplenza di Comunicazione ed organizzazione delle imprese turistiche

a.a. 2008/2009
* Supplenza di Scienza dell'organizzazione e dell'amministrazione
* Supplenza di Sociologia dell'organizzazione, management e gestione delle risorse umane
* Supplenza di Comunicazione ed organizzazione delle imprese turistiche

a.a. 2009/2010
* Supplenza di Scienza dell'organizzazione e dell'amministrazione
* Supplenza di Sociologia dei processi economici e del lavoro
* Supplenza di Comunicazione ed organizzazione delle imprese turistiche
* Supplenza di Sociologia dell'organizzazione

 

a.a. 2010/2011
* Supplenza di Sociologia dei processi economici e del lavoro

 

a.a. 2011/2012

* Supplenza di Sociologia dei processi economici e del lavoro
* Supplenza di Sociologia dell'organizzazione

 

a.a. 2012/2013

* Supplenza di Sociologia dei processi economici e del lavoro
* Supplenza di Sociologia dell'organizzazione

 

a.a. 2013/2014
*Supplenza di Sociologia dei processi economici e del lavoro

 


a.a. 2014/2015
*Supplenza di Sociologia economica

 

a.a 2015/2016

*Supplenza di Sociologia economica

 

a.a 2016/2017

*Supplenza di Human Resources Management

Curriculum english version

 

 

Since 2000, researcher in Sociology of Economic and Labour at the University of Teramo, Faculty of Communication Studies. Currently, she teaches Human Resourche Management. In the same University, she also taught: Sociology of Organization, Economic Sociology, Management and Human Resources, Communication and Organization of Tourist Enterprises, Sociology of Cultural Processes and Social Representation. At present, she is President of JOINT COMMISSION, Faculty of Communication Studies. She was visiting researcher at MacLuhan Institute of Toronto University. As coordinator or member, she has partecipated in various national and european inter-university researcher on the following topics: Industrial Discrits, Territorial Pacts, Local Development, Power Elite, Collective Bargaining, Precarious Work.

 

Currently, as italian rappresentative member, she is involved in the following european project:

BARSOP “Bargaining and Social Dialogue at the Public Sector”.

Coordinator: Prof. Marteen Keune, University of Amsterdam, Institute for Advanced Labour Studies

Research Local Units: University of Teramo, Autonoma University of Barcelona, University of Warwick (UK), Stredoeuropsky Institut pre Vyskum Prace Zdruzenia (SLK), Hans Boeckler Stiftung (D).

The project Barsop, funded by European Commission, aims to conduct a comparative study of social partners experiences with several reforms that effected school, public health care system and municipalities  in seven EU countries: France, Germany, Italy, the Netherlands, Slovakia, Spain and the United Kingdom. This set of countries reflects the diversity of industrial relations systems, trade union models and public employment across Europe.

 

Recently (2014-2015), she was involved in the following projects:

Old and new paths of labour regulation in SMEs in European countries.Trends and challenges for economic competitiveness and social sustainability ‐ REGSMES

Coordinator:
University of Milan (Università degli studi di Milano) - Prof. Ida Regalia
Research Local units:University of Florence, University of Teramo, University of Cosenza
Research partners: Business School of the University of Birmingham (BBS), Faculty of Social Sciences (FDV) of the University of Ljubljana, Amsterdam Institute for Advanced Labour Studies (AIAS) of the University of Amsterdam, Nationale Forskningscenter for Arbejdsmiljø (NFA) of Denmark, Department of Sociology of the Autonomous University of Barcelona (UAB).

The aim of the project is to study the ways in which labour is regulated in small firms in Italy, with parallel exploration of the situations in other European countries. The purpose will be to examine the implications in regard to economic competitiveness and social sustainability, also in light of the recommendations of the EU2020 strategy and priorities of the Horizon 2020 programme.

 

BARSORIS - Bargaining for Social Rights at Sectoral Level

Coordinator: Prof. Marteen Keune, University of Amsterdam

Research units: AIAS Amsterdam Institute for Advanced Studies for Labour - University of Amsterdam,

University  Autonoma of BarcellonaUniversità di Coopenaghen, University di Teramo

University of Warwick (UK), Stredoeuropsky Institut pre Vyskum Prace Zdruzenie, Slovakia; Hans Boeckler Stiftung, Germany

 

The project Barsoris, funded by European Commission, aims to conduct a comparative study of social partners experiences with improving the social rights of precarious workers through collective bargaining and social dialogue in seven EU countries: France, Germany, Italy, the Netherlands, Slovakia, Spain and the United Kingdom. This set of countries reflects the diversity of industrial relations systems, trade union models and precarious employment across Europe.

 

 

Pubblicazioni

 

1999

Gli esperti e i gruppi di decisione in azienda, in "Sociologia del lavoro", n°69.

 

 

2000

Le mappe territoriali (Cap. II), Il potere rosa (Cap. V) in Le power èlite in Italia, C. Carboni (a cura di) Ediesse, Roma.

 

 

2000

I sistemi produttivi abruzzesi nei settori abbigliamento, calzature e pelletteria in Mezzogiorno dei distretti, G. Viesti (a cura di) Meridiana Libri, Donzelli Editore, Roma.

 

2001

Incerte ricette sul lavoro che cambia (Recensione al libro di U. Beck, "Il Lavoro dopo la fine del lavoro") in "Quaderni di Rassegna Sindacale" n°4, Ediesse, Roma.

 

 

2001

Pianeta Radio, in Onda su Onda, Navigando con la Radio nell'Era Digitale, C. Carboni (a cura di) Ediesse, Roma.

 

2003

Il Patto territoriale Sangro Aventino; Il Patto territoriale della Provincia di Teramo, in "La lezione sui patti territoriali" Ministero dell'economia e delle Finanze., Roma.

 

2003

Formazione e Innovazione nei Distretti Industriali. Il caso del Distretto Vibrata-Tordino-Vomano,  in "Economia Marche", n° 1, 2003.

 

 

2003

La semplicità perduta dello scenario locale, in "Quaderni di rassegna sindacale", n° 3, Ediesse, Roma.

 

2004

Piccola impresa e relazioni industriali nella provincia di Teramo, in "Quaderni di rassegna sindacale", n° 3, Ediesse, Roma.

 

2006

 

Contesto globale e sviluppo locale: il caso Castelli in E. Minardi (a cura di) Una tradizione, una cultura, un sistema produttivo locale: il caso Castelli., pp.7-26 Homeless Book (1 CONTRIBUTO IN VOLUME)

 

 

2008

 

Il Patto Territoriale del Sangro Aventino in Patti Sociali per lo Sviluppo, F.Piselli e F.Ramella (a cura di) Meridiana Libri, Donzelli Editore, Roma.

 

2011

 

Sviluppo locale il ruolo della partecipazione e della comunicazione (R.Di Federico a cura di), pp. 139-173, HOMELESS BOOK (1 CONTRIBUTO IN VOLUME)          

 

2012

 

Sviluppo locale: il ruolo della partecipazione e della comunicazione, R.Di Federico (a cura di), Faenza: Homeless Book, Ebook.

 

 

2012

 

 

Dallo sviluppo locale allo sviluppo intelligente, in La frontiera come spazio di intelligenza, creatività ed innovazione, R.Di Federico, E.Minardi (a cura di), Faenza: Homeless Book, Ebook.

 

Il capitale sociale dinamico per lo sviluppo locale, in La frontiera come spazio di intelligenza, creatività ed innovazione, R.Di Federico, E.Minardi (a cura di), Faenza: Homeless

 

Innovazione e Comunicazione nell’area di Frontiera Piceno-Aprutina, in La frontiera come spazio di intelligenza, creatività ed innovazione, R.Di Federico, E.Minardi (a cura di), Faenza: Home

 

2013

 

Reti di governance e di coordinamento, il riposizionamento degli attori dello sviluppo locale, in R. Di Federico (a cura di), Reti, Attori e Partnership per lo sviluppo locale. In "Scienza dell'amministrazione", n° 2.

 

2015

 

L’abruzzo e la sua immagine turistica tra emozioni e comunicazioni digitali in TUR.N2.0 TURISMO E NETWORKING, Carsa Edizioni

 

2016

 

Outsourcing e precarietà del lavoro. Uno studio sul settore dei servizi di pulizia, in “Le nuove facce della precarietà”, QRS, n°4, 2016.

 

2019

 

Oltre il modello fordista di regolazione dei rapporti di lavoro in LA NOSTRA STORIA, Arcadia Edizioni, Roma.

 

2019

 

Employment and industrial relations under downward pressures in the Italian public sectorEmplyment job quality and laour relations in Europe’s Public Sector since the crisis, ETUI (mi sono occupata del paragrafo Public Hospitals)

 

2020

 

Small firms and the labor market in I.Regalia  (a cura di ) Regulating work in small firms: Palgrave

 

2020

 

Reclutamento e formazione professionale nelle piccole e medie imprese italiane in QUADERNI DI RASSSEGNA SINDACALE vol 1/2

 

 

 

Prodotti della ricerca

 

2000

Le power èlite in Italia

La ricerca, coordinata dal Prof. C. Carboni (Università di Ancona) e realizzata mediante fondi MURST, aveva l'obiettivo di mettere in evidenza le caratteristiche socio-anagrafiche, professionali e culturali dei personaggi che "contano" nella società italiana della globalizzazione e della comunicazione (Fonte Statistica principale: Whos's Who in Italy, Zurigo). In particolare, l'indagine ha fotografato le power élites degli anni Novanta. Nell'ambito di tale progetto, la Di Federico si è occupata della distribuzione geografica delle classi dirigenziali e delle èlites femminili.

Mezzogiorno dei distretti

La ricerca, coordinata dal Prof. G. Viesti (Università di Bari) e finanziata dall'Osservatorio sulle piccole e medie imprese del Medio-Credito Centrale, aveva l'obiettivo di offrire uno studio dettagliato sul Made in Italy nel Mezzogiorno d'Italia. La Di Federico, in qualità di responsabile per l'Abruzzo, ha prodotto un'analisi sui distretti abruzzesi nei settori pelletteria, calzature e abbigliamento, in particolare nei distretti Vibrata-Tordino-Vomano (TE) e Maiella (CH).


2001

Formazione ed evoluzione nel DIN VTV. Azioni integrate finalizzate allo sviluppo dei distretti industriali
La ricerca è stata coordinata dai Prof. M. Gallegati (Ordinario di Economia Politica, Università di Ancona) e A. Pacinelli (Straordinario di Statistica, Università di Pescara). E' stata realizzata nell'ambito di un più vasto progetto di azioni integrate svolte dal Dipartimento di Metodi per l'Economia e il Territorio dell'Università di Teramo e finanziato dalla Regione Abruzzo al fine di costituire un Centro di Interesse Regionale per la Formazione nel Distretto abruzzese Vibrata-Tordino-Vomano. In qualità di componente dell'èquipe di ricerca, la Di Federico si è occupata della valutazione dei fabbisogni formativi delle imprese.

2002


Lezione sui Patti Territoriali

La ricerca, diretta dal Prof. C. Trigilia (Università di Firenze) e coordinata dal Prof. F. Ramella (Università di Urbino) ha riguardato i Patti Territoriali in Italia, su committenza di un Comitato interistituzionale costituito presso il Dipartimento delle Politiche di Sviluppo del Ministero dell'Economia e delle Finanze, d'intesa con il Ministero delle attività produttive e le parti sociali. La Di Federico, in qualità di responsabile dell'unità di ricerca riguardante i patti abruzzesi, ha evidenziato i fattori che hanno positivamente e negativamente condizionato la funzionalità del Patto della Provincia di Teramo e del Patto Europeo Sangro-Aventino.

2003


Piccola impresa e relazioni industriali


La ricerca, diretta e coordinata dal Prof. D. Carrieri (Università di Teramo) su committenza dell'Ires Cgil nazionale, aveva l'obiettivo di evidenziare le principali caratteristiche delle relazioni industriali nei territori caratterizzati da economia diffusa e l'eventuale presenza di pratiche informali di contrattazione nell'ambito dei distretti industriali italiani. La Di Federico, in qualità di responsabile dell'unità di ricerca riguardante l'Abruzzo, ha evidenziato i fattori più importanti che condizionano le relazioni industriali in Provincia di Teramo e, in particolare, nel Distretto industriale Vibrata-Tordino-Vomano.


2004

Distretti industriali, distretti hightech: verso un nuovo modello di governo del territorio

La ricerca, coordinata dalla sottoscritta e realizzata mediante fondi MURST, aveva l'obiettivo di mettere in evidenza come lo sviluppo spontaneistico delle piccole e medie imprese industriali richieda un affiancamento di sistemi esperti di conoscenza e di apprendimento collettivo che qualifichino i sistemi di sviluppo locale come milieu innovateur. L'implementazione in un distretto di un progetto di "gestione della conoscenza" (Knowledge management) deve tener conto che ciò che non è possibile per la singola azienda può divenire oggetto di un piano integrato guidato da attori locali. La progettazione e la gestione integrata della conoscenza assumono tuttavia un ruolo strategico soltanto se supportati da "nuovi modelli organizzativi" che pongono al centro del loro interesse la valorizzazione delle risorse umane.


2005


Le power èlite in Italia

La ricerca, coordinata dal Prof. C. Carboni (Università di Ancona) aveva l'obiettivo di fornire un identikit dei personaggi potenti italiani del nuovo millennio. In particolare, vuole fornire un'analisi comparata delle caratteristiche socio-anagrafiche, professionali e culturali dei top leader presenti all'inizio/fine degli Anni Novanta e dopo gli Anni Novanta. Nell'ambito di tale progetto, la Di Federico si occupa degli aspetti socio-anagrafici, professionali e di genere delle classi dirigenziali italiane.

2006


Donne e nuove tecnologie

La ricerca coordinata dalla sottoscritta aveva l'obiettivo di fornire un'analisi sul rapporto tra le donne abruzzesi e le nuove tecnologie della comunicazione (Ict). Inoltre, voleva offrire una comparazione tra i modi d'uso delle Ict da parte della popolazione femminile abruzzese con quelli di donne residenti in regioni limitrofe.


2007


Un sistema produttivo locale: il caso Castelli


La ricerca (in itinere) coordinata dal Prof. Minardi (Università di Teramo) aveva l'obiettivo di fornire una chiave di lettura della complessità dei cambiamenti economici, sociali, culturali in atto a Castelli per poi analizzarne i risvolti sullo sviluppo locale, in particolare sul sistema produttivo.


2008

Osservatorio della frontiera

La ricerca (in itinere) coordinata dal Prof. Minardi intendeva individuare gli interventi da realizzare nelle due valli del Tronto e della VIbrata per dotare le piccole e medie imprese di servizi reali che le sostenessero sia sui mercati internazionali che nei processi di innovazione tecnologica e che le aiutasse a valorizzare le competenze e le capacità distintive locali.

2009

Osservatorio regionale sperimentale sulla donazione del sangue

La ricerca coordinata dalla sottoscritta ha raggiunto i seguenti obiettivi: definire il profilo sociale degli iscritti alle associazioni di volontariato, i caratteri e le variabili sociologiche di riferimento, la loro esperienza, la formazione della dirigenza, il reclutamento e la situazione del personale dipendente, la partecipazione alla vita associativa, la mobilità territoriale e la scelta dei luoghi e centri di donazione;  individuare un nuovo modello organizzativo di produzione e di gestione delle risorse e dei processi della donazione.

 

 

2010/2011

 

 

Sviluppo locale e minoranze linguistiche
La ricerca, coordinata dalla sottoscritta, voleva evidenziare le modalità mediante le quali una lingua minoritaria possa diventare veicolo di crescita turistica ed economica di un territorio. Particolare attenzione è stata rivolta alle minoranze linguistiche abruzzesi che hanno dimostrato di rappresentare una grande fonte di sviluppo locale.


2011/2012

 

Immigrazione ed economia locale in provincia di Teramo

La ricerca, coordinata dalla sottoscritta e facente parte di un più ampio progetto dal titolo "Cavalcando i flussi: immigrati, mercati del lavoro e integrazione sociale e culturale in provincia di Teramo" (responsabile generale Prof. Minardi- Università di Teramo) si proponeva di condurre un'analisi sugli effetti che i fenomeni migratori stavano producendo in provincia di Teramo valutandone l'impatto in termini socio-economici. In particolare, la ricerca intendeva fornire il profilo socio-culturale dei migranti, la loro mappa occupazionale ed infine le peculiarità dell'impresa straniera nella provincia teramana.

 

2013

 

Old and new path of labour regulationa in SMEs in European Countries. Trends and challenges for economic competitiveness and social sustainability - REGMES

Unità di Ricerca:

Università Statale di Milano

Università di Firenze

Università di Teramo

Università di Cosenza

Partner di Ricerca:

Business School of the University of Birmingham (BBS)
Faculty of Social Sciences (FDV) of the University of Ljubljana
Amsterdam Institute for Advanced Labour Studies (AIAS) of the University of Amsterdam
Nationale Forskningscenter for Arbejdsmiljø (NFA) of Denmark
Department of Sociology of the Autonomous University of Barcelona (UAB).

 

La ricerca,  finanziata dal Miur e coordinata dall'Università Statale di Milano (coordinatore generale Prof.ssa Ida Regalia) aveva l'obiettivo di studiare le forme di regolazione del lavoro nelle piccole e medie imprese italiane e di condurre una comparazione con altri paesi europei come Inghilterra, Spagna, Olanda, Danimarca e Slovenia. Il progetto intendeva esaminare le conseguenze sul piano della competitività economica e della sostenibilità sociale, anche alla luce delle raccomandazioni previste nel piano strategico Europa 2020 e delle priorità del programma Horizon 2020.

La sottoscritta ha partecipato come co-responsabile dell'Unità di Ricerca dell'Università di Teramo.

 

2013/2014

 

BARSORIS - Bargaining for Social Rights at Sectoral Level

Research Units:

AIAS Amsterdam Institute for Advanced Studies for Labour - Università di Amsterdam

Università Autonoma di Barcellona

Università di Coopenaghen

Università di Teramo

Università di Warwick, Inghilterra

Stredoeuropsky Institut pre Vyskum Prace Zdruzenie, Slovacchia

Hans Boeckler Stiftung, Germania

La ricerca, finanziata dalla Commissione Europea, e coordinata dall'Università di Amsterdam (Prof. Maarten Keune) aveva l'obiettivo di condurre uno studio comparativo sulle esperienze poste in essere dagli attori sociali per migliorare i diritti sociali  dei lavoratori precari/vulnerabil,i attraverso la contrattazione collettiva ed il dialogo sociale, in sette paesi europei: Danimarca, Germania, Italia, Olanda, Sovacchia, Spagna e Regno Unito.

La sottoscritta ha partecipato come co-responsabile per l'Italia.

 

2016/2017

BARSOP - Bargaining and Social Dialogue at the Public Sector

Research Units:

AIAS Amsterdam Institute for Advanced Studies for Labour - Università di Amsterdam

Università Autonoma di Barcellona

Università di Coopenaghen

Università di Teramo

Università di Warwick, Inghilterra

Stredoeuropsky Institut pre Vyskum Prace Zdruzenie, Slovacchia

Hans Boeckler Stiftung, Germania

La ricerca, in itinere, finanziata dalla Commissione Europea, e coordinata dall'Università di Amsterdam (Prof. Maarten Keune) ha l'obiettivo di condurre uno studio comparativo sulle esperienze poste in essere dagli attori sociali per affrontare le riforme che hanno interessato la sanità pubblica, gli enti locali e la scuola in sette paesi europei: Danimarca, Germania, Italia, Olanda, Sovacchia, Spagna e Regno Unito.

La sottoscritta partecipa come co-responsabile per l'Italia.

Link interessanti

 
 
 
 
Ultimo aggiornamento: 10-06-2019
Seguici su