SIRACUSANO Luca
 
 

Curriculum accademico

 

Luca Siracusano

Ricercatore (RTDb, L. 240/2010) di Storia dell'Arte Moderna

Facoltà di Scienze della Comunicazione, via R. Balzarini, 1 - 64100 Teramo

tel. 0861266035 - email: lsiracusano@unite.it

  

Curriculum vitae

  

Titoli di studio

  • 2014, 28 aprile: Dottorato di ricerca in Studi umanistici. Discipline filosofiche, storiche e dei beni culturali presso l'Università degli Studi di Trento
  • 2008, 17 settembre: Laurea specialistica in Gestione e conservazione dei beni culturali presso l'Università degli Studi di Trento

Carriera accademica

  • 2020, 5 marzo: ricercatore (RTDb L. 240/2010) di Storia dell'arte moderna presso l'Università degli Studi di Teramo
  • 2018, 1° ottobre: conseguimento all'unanimità dell'Abilitazione Scientitifica Nazionale (professore di II fascia; 2018-2027) nel Settore Concorsuale 10/B1 (Storia dell'arte)

 

Attività didattica

  • Didattica di storia dell'arte (Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università di Teramo, a.a. 2021/2022)
  • Collezionismo e mercato dell'arte (Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università di Teramo, aa.aa. 2020/2021 - 2021/2022)
  • Patrimonio e museologia (Facoltà di Scienze della Comunicazione, Università di Teramo, aa.aa. 2020/2021 - 2021/2022)
  • Storia dell'arte moderna II (Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università di Trento, a.a. 2019/2020 – docenza a contratto)
  • Valorizzazione turistica delle risorse artistico-culturali (Dipartimento di Lettere e Filosofia, Università di Trento, aa.aa. 2014/2015 - 2019/2020 – docenza a contratto)

 

Attività di ricerca

  • 2018/2019: Assegnista di ricerca nell'ambito del PRIN (Progetti di Ricerca di rivelante Interesse Nazionale) - Bando 2015, dal titolo “Verso un catalogo sistematico generale del Museo Nazionale del Bargello in Firenze” (unità: Dipartimento di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Trento), con la responsabilità della schedatura scientifica di bronzi e terracotte del Medioevo e del Rinascimento facenti parte delle collezioni del Museo Nazionale del Bargello di Firenze
  • 2016/2017: Borsa di studio presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia
  • 2015/2017: Vincitore del "Bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori - 2014" (Fondazione Caritro), con attivazione del relativo assegno di ricerca biennale. Titolo del progetto: "Desidera se non sassi, bronzi et medaglie... per far bellissimo studio". Collezionismo e relazioni artistiche fra Italia e Germania nell'epistolario di Cristoforo Madruzzo
  • 2010/2011: Borsa di studio presso la Fondazione di studi di storia dell'arte Roberto Longhi di Firenze
  • 2009/2010: Borsa di studio presso la Fondazione di studi di storia dell'arte Roberto Longhi di Firenze

 

Appartenenza a società e comitati di redazione

  • 2020, 11 ottobre: Nominato membro ordinario dell'Accademia Roveratana degli Agiati di Scienze, Lettere ed Arti
  • 2019, 16 settembre: Nominato membro della redazione della rivista "Studi trentini. Arte"
  • 2012, 19 maggio: Nominato membro ordinario della Società di Studi Trentini di Scienze Storiche 

 

Premi e riconoscimenti

  • 2009, 14 maggio: Premio per la tesi di laurea magistrale conferito dalla Soprintendenza per i beni storico-artistici di Trento ai sensi della Legge provinciale 14 febbraio 1980, n. 2
  • 2005, 21 maggio: Premio per la tesi di laurea triennale conferito dalla Soprintendenza per i beni storico-artistici di Trento ai sensi della Legge provinciale 14 febbraio 1980, n. 2

 

Convegni e conferenze

  • 2022, 17 maggio. Firenze, Fondazione di studi di storia dell'arte Roberto Longhi: Alessandro Vittoria nella Venezia del Cinquecento
  • 2022, 27 aprile. Teramo, Università di Teramo: Tra comunicazione e didattica: riallestire le mostre in digitale. Convegno: Le professioni del comunicare: passato, presente, futuro
  • 2021, 1° ottobre. Teramo, Università di Teramo: Dalla Chiesa di Santa Maria della Misericordia al 'museo' di Santa Maria della Misericordia. Qualche nota su un caso di studio veneziano. Convegno: IV Forum Internazionale del Gran Sasso. Allargare gli orizzonti della carità per una
    nuova progettualità sociale, sessione: Il concetto e le forme della carità nell’archeologia, nell’arte e nel Museo
  • 2021, 21 maggio. Londra, Warburg Institute, A New Design for a Palace Wall from Vicenza (ca. 1560): The Hand of a Sculptor or a Painter? Online Conference: Venetian Disegno: New Frontiers, organised by Thomas Dalla Costa and Genevieve Verdigel, 20-21 May 2021
  • 2021, 16 gennaio - 6 febbraio. Mantova, Associazione Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani: ciclo di quattro conferenze sul tema del ritratto in scultura, dal titolo «Caput ad imperatoris formatum effigiem»: il ritratto nel Medioevo (1150-1250 circa)I busti di marmo nella Firenze del Quattrocento«Ha fatto molti ritratti di marmo e bellissime teste»: Alessandro Vittoria nella Venezia del Cinquecento«I marmi che mercé del di lui scarpello vivono e parlano»: Gian Lorenzo Bernini nella Roma barocca (online)
  • 2020, 1° ottobre. Teramo, Università di Teramo: Investire nella valorizzazione turistica delle risorse artistico-culturali: il modello del Trentino. Convegno: III Forum Internazionale del Gran Sasso. Investire per costruire, sessione: Investire in arte, musica e beni culturali per costruire un nuovo rapporto fra esperienza e futuro
  • 2020, 25 settembre. Bologna, Fondazione Federico Zeri: L'ultimo Girolamo Campagna e la fortuna della scultura veneta nelle Marche. Intorno al Quos ego di Senigallia. Convegno: Per un nuovo canone della scultura. Marmi, terrecotte e legni nell'Italia del Nord (1300-1600)
  • 2020, 8 maggio. Firenze, Fondazione di studi di storia dell'arte Roberto Longhi: Scultura fittile a Padova, 1450-1500 ca. A margine della mostra "A nostra immagine. Scultura in terracotta del Rinascimento da Donatello a Riccio"(online)
  • 2019, 24 maggio. Roma, Refettorio borrominiano della Chiesa Nuova: Modelli in stucco, dentro e fuori la bottega: qualche caso veneto. Convegno internazionale di studi: Lo stucco nell'età della Maniera. Cantieri, maestranze, modelli. Il Centro e il Nord Italia
  • 2019, 30 marzo. Cavalese, Palazzo della Magnifica Comunità: Prima che tutto cambi. Ripensando al Fogolino veneto e friulano. Giornata di studi: Marcello Fogolino nell'età di Bernardo Cles e Cristoforo Madruzzo. Opere a Cavalese e nel territorio trentino
  • 2019, 21 marzo. Roma, Accademia Nazionale di San Luca: "Colui che die' 'l nome al sacro fonte": note su Crisfororo Madruzzo a Roma e a Soriano nel Cimino. Convegno: Circolazione, scambi e modelli: gli scultori a Roma nella seconda metà del Cinquecento
  • 2018, 15 dicembre. Riva del Garda, Conservatorio di Musica F.A. Bonporti: Prima dell'Inviolata. Novità di architetti al tempo di Cristoforo Madruzzo, sullo sfondo di un intreccio internazionale. Convegno: Musica e architettura al tempo di Gianangelo Gaudenzio Madruzzo in occasione del 400° della morte
  • 2018, 27 novembre. Trento, Dipartimento di Lettere e Filosofia. Organizzazione del seminario internazionale "Donatello and other Renaissance masters" (2015-2025). Ricerca, restauro e cooperazione internazionale tra il Museo Statale delle Belle Arti A.S. Pushkin di Mosca e il Bode Museum di Berlino
  • 2018, 19 novembre. Padova, Associazione Museo Antoniano: Candido come il marmo, scuro come il bronzo. I materiali del Rinascimento e il loro impiego al Santo
  • 2018, 6 ottobre. Verona, Palazzo Giusti: Usare la testa: effigi antiche, pseudo antiche, all'antica nel Palazzo Giusti del Giardino. Convegno internazionale: Antichità in giardino, giardini nell'antichità
  • 2017, 6 dicembre. Mantova, Palazzo Ducale: "Per fornire la Sala de Marchesi": gli stucchi di Francesco Segala. Convegno: A margine di Tintoretto. L'Appartamento Grande del Duca Guglielmo nel Palazzo Ducale di Mantova
  • 2017, 18 ottobre. Trento, Castello del Buonconsiglio: "Per il che andasemo a star a Trento". I Fogolino pittori e banditi nel principato vescovile
  • 2017, 14 settembre. Bologna, Fondazione Federico Zeri: "In dieser Überproduktion von Kleinbronzen". Il mestiere del conoscitore e i bronzi del Rinascimento padovano. Seminario di formazione specialistica: Il mestiere del conoscitore. Wilhelm Bode e gli studiosi della scultura rinascimentale
  • 2016, 16 marzo. Trento, Dipartimento di Lettere e Filosofia: L'epistolario di Cristoforo Madruzzo (1512-1578) come fonte per la storia dell'arte
  • 2014, 6 marzo. Livorno, Amici dei Musei e dei Monumenti Livornesi: Scultura della 'maniera moderna' in Veneto. 1520-1570 circa
  • 2012, 21 settembre. Venezia, Istituto Veneto di Scienze Lettere e Arti: La scultura della 'maniera moderna' a Padova. Corso di alta formazione: La scultura della 'maniera moderna' in Emilia e nel Veneto
  • 2011, 20 gennaio. Trento, Museo Diocesano Tridentino: Adamo da Arogno, la scultura campionese a Trento e un viaggio a Salisburgo.Convegno: Forme, funzioni, simboli. Itinerari europei della scultura italiana
  • 2009, 1 ottobre. Trento, Facoltà di Sociologia: “Un tratto di suolo in via Alessandro Vittoria...”: cenni storici su alcune sedi universitarie lungo l'attuale via Verdi a Trento. Convegno: Le fonti documentarie per la storia dell'Università di Trento (1962-1972) (con Giulia Mori e Franco Cagol)

 

Altre attività

  • 2007– 2011: Catalogazione dei beni culturali ecclesiastici della Diocesi di Trento

Curriculum english version

 

Pubblicazioni

 

 

Monografie

  1. L'epistolario di Cristoforo Madruzzo come fonte per la storia dell'arte. Con un'appendice di documenti dal Notarile di Roma, Università degli Studi di Trento, Trento 2018 (Studi e ricerche, 16)
  2. Agostino Zoppo, Temi editrice, Trento 2017 (Cuius auctor Deus ipse. Studi sulla scultura italiana, 1)

  

Articoli in rivista

  1. Dal Duomo di Milano all'Abruzzo angioino: Walter Monich, in "Nuovi studi", XXVI, 2021 (2022), 26, pp. 7-21
  2. Un busto per Alessandro Vittoria, una testa per Girolamo Campagna (e altre sculture moderne in Palazzo Giusti a Verona), in “Rivista di Archeologia”, 43, 2019 (2020), pp. 91-104
  3. Un San Sebastiano per Giovanni de Fondulis, in “Arte veneta”, 76, 2019 (2020), pp. 182-187
  4. Un Nettuno di due secoli. Gli Albanese e un problema della scultura veneta del Seicento, in “Arte veneta”, 75, 2018 (2019), pp. 200-209
  5. Per Francesco Segala “padovano scultore et architettore”, in “Arte veneta”, 72, 2015 (2016), pp. 77-105
  6. “La faticha da cui dippende la gloria”: i Grandi, Cristoforo Madruzzo e Marco Mantova Benavides, in “Venezia Cinquecento”, XXIV, 2014 (2016), 48, pp. 17-26
  7. “Egli supererà ogni aspettatione”. Il giovane Girolamo Campagna fra il collezionismo d'oltralpe e la basilica del Santo, in “Nuovi Studi”, XVIII, 2013 (2014), 19, pp. 123-144
  8. Non Campagna, ma Cavrioli. Una Madonna veneziana a Londra, in “Arte veneta”, 69, 2012 (2014), pp. 144-146
  9. “Cose tutte piene d'invenzioni, capricci e varietà”. Proposte per Tiziano Minio a Padova e altrove, in “Nuovi Studi”, XVI, 2011 (2012), 17, pp. 79-97
  10. Adamo da Arogno, le sculture campionesi del duomo di Trento e un viaggio a Salisburgo, in “Nuovi Studi”, XV, 2010, 16, pp. 5-19
  11. Alcune riflessioni sulla presenza di Guidobono Bigarelli nel duomo di San Vigilio a Trento, in “Studi Trentini di Scienze Storiche”, sezione seconda, LXXXIX, 2010, pp. 17-36
  12. Giandomenico Carneri e la scultura trentina del secondo Cinquecento (con una proposta per Paolo), in “Studi Trentini di Scienze Storiche”, sezione seconda, LXXXVIII, 2009, pp. 83-105

 

Capitoli di libro

  1. “They look more like human heads that have been turned to stone, than things worked with a chisel”. A guide to the portrait bust in Venice from the early Renaissance to Alessandro Vittoria, in From Donatello to Alessandro Vittoria, 1450-1600. 150 years of sculpture in the Republic of Venice, edited by Toto Bergamo Rossi and Claudia Cremonini, exh. cat. (Venice, Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro), Venice 2022, pp. 133-143
  2. “A’ marmi comincia a dar lo spirito in disegno”. Alessandro Vittoria: invenzione e produzione, in La fabbrica del Rinascimento. Processi creativi, mercato e produzione a Vicenza, a cura di Guido Beltramini, Davide Gasparotto e Mattia Vinco, catalogo della mostra di Vicenza, Venezia 2021, pp. 135-145
  3. La Cappella del Santo, dopo Jacopo Sansovino, in La Pontificia Basilica di Sant’Antonio in Padova. Archeologia Storia Arte Musica, a cura di Luciano Bertazzo e Girolamo Zampieri, Roma 2021 (Le Chiese Monumentali Padovane, 6), 3 voll., II, pp. 1029-1069
  4. “Patria dalla quale sono usciti tanti scultori eccellentissimi”: dopo Donatello, fino alla fine del Cinquecento, in La Pontificia Basilica di Sant’Antonio in Padova. Archeologia Storia Arte Musica, a cura di Luciano Bertazzo e Girolamo Zampieri, Roma 2021 (Le Chiese Monumentali Padovane, 6), 3 voll., II, pp. 1071-1153
  5. Investire nella valorizzazione turistica delle risorse artistico-culturali: il modello del Trentino, in III Forum del Gran Sasso. Investire per costruire, a cura di Emilio Bettini e Daniela Tondini, Teramo 2021, 3 voll., II, pp. 17-24
  6. Maffeo Olivieri dal legno al bronzo. Un attraversamento critico e un'ipotesi attributiva, in La collezione di medaglie Mario Scaglia, I.Esercizi di lettura, a cura di Lucia Simonato, Cinisello Balsamo 2020, pp. 67-81
  7. “Fradeli banditi quali habitano a Trento”: pale trentine e amicizie friulane di Marcello Fogolino, in Ordine e bizzarria. Il Rinascimento di Marcello Fogolino, a cura di Giovanni Carlo Federico Villa, Laura Dal Prà e Marina Botteri, catalogo della mostra di Trento, Trento 2017, pp. 163-177
  8. Francesco Segala, Mars and Venus, in A taste for sculpture. IV. Marble, bronze, terracotta and wood (16th to 19th centuries), edited by Andrea Bacchi, London 2017, pp. 6-21 
  9. I monumenti della cappella Speroni e lo scultore Girolamo Paliari, in Il duomo di Padova. Archeologia storia arte architettura e restauri, a cura di Girolamo Zampieri, Roma 2016 (“Le chiese monumentali padovane”, 5), pp. 461-482
  10. Bronzi maggiori e bronzi minori al tempo di Tiziano Aspetti, in Il duomo di Padova. Archeologia storia arte architettura e restauri, a cura di Girolamo Zampieri, Roma 2016 (“Le chiese monumentali padovane”, 5), pp. 483-494
  11. Venetian sculptor ca. 1510, Coronation of the Virgin, in A Taste for Sculpture, III. Marble, Terracotta, Stucco and Ivory (15th to 19th Centuries), edited by Andrea Bacchi, London 2016, pp. 44-48
  12. “Seguitar le pedate de gli antichi pittori”: Francesco Frigimelica nella pieve dell'Assunta, in Arte e persuasione. La strategia delle immagini dopo il Concilio di Trento, a cura di Domizio Cattoi e Domenica Primerano, catalogo della mostra di Trento, Trento 2014, pp. 58-65
  13. Novità per la scultura di primo Seicento a Padova. I monumenti Campolongo e Olzignano di Cesare Bovo, in La Chiesa di Santa Maria dei Servi in Padova. Archeologia storia arte architettura e restauri, a cura di Girolamo Zampieri, Roma 2012 (“Le chiese monumentali padovane”, 4), pp. 187-204
  14. Una cattedrale e il suo magister. Adamo da Arogno e un manipolo di campionesi in viaggio, in Un vescovo, la sua cattedrale, il suo tesoro. La committenza artistica di Federico Vanga (1207-1218), a cura di Marco Collareta e Domenica Primerano, catalogo della mostra di Trento, Trento 2012, pp. 107-123
  15. Il palazzo del rettorato dell'Università di Trento. Prime indagini, in Costruire un'Università. Le fonti documentarie per la storia dell'Università degli Studi di Trento (1962-1972), a cura di Luigi Blanco, Andrea Giorgi e Leonardo Mineo, Bologna 2011, pp. 425-431
  16. Die “Madonna der Ertrunken” von Trient und das Salzburger Marien-Tympanon. Ein Campioneser Bildhauer auf Reisen?, in Ars Sacra. Kunstschätze des Mittelalters aus dem Salzburg Museum, herausgegeben von Peter Husty und Peter Laub, Katalog der Ausstellung von Salzburg, Salzburg 2010, pp. 187-198
  17. “Per l'ingrandimento futuro della città”. Il nuovo fabbricato scolastico in via Vittoria: un cantiere nella Trento di fine Ottocento, in Luigi Bianco, et al.L'invenzione di via Verdi. Una strada di Trento tra Otto e Novecento, Trento 2010, pp. 80-89
  18. Un ignoto pittore di quadri antichi? La Madonna della misericordia di Pieve Tesino, in Contributi per la storia dell'arte sacra trentina dall'esperienza dell'inventario diocesano, a cura di Domizio Cattoi e Domenica Primerano, Trento 2008, pp. 127-131

 

Voci in enciclopedie e dizionari

  1. Segala, Francesco, in Dizionario biografico degli italiani, 91, Roma 2019 (online)
  2. Roccatagliata, Nicolo, in Dizionario biografico degli italiani, 88, Roma 2017, pp. 35-38

 

Schede di catalogo

  • 3. Da un modello di Donato di Niccolò di Betto, detto Donatello: Madonna col Bambino del tipo "di Verona6. Antonio Antico: San Bellino17. Andrea Briosco, detto il Riccio: Cristo in pietà sorretto dalla Madonna e da san Giovanni Evangelista19. Andrea Briosco, detto il Riccio: Madonna col Bambino in trono, in A nostra immagine. Scultura in terracotta del Rinascimento da Donatello a Riccio, a cura di A. Nante, C. Cavalli, A. Galli, catalogo della mostra di Padova, Verona 2020
  • Alessandro Vittoria (ca. 1525-1608), I quattro evangelistiGirolamo Campagna (1549-1621/1625), Madonna con Gesù Bambino e angiolettiGirolamo Campagna (1549-1621/1625), Altare maggiore, in Abbazia di San Giorgio Maggiore. Guida alla Basilica, a cura di Marsel Grosso, Teolo (Pd) 2019
  • 3.27. Bartolomeo Ammannati, Sapienza (?)3.47. Danese Cattaneo, Busto di Lazzaro Bonamico, in Pietro Aretino e l'arte nel Rinascimento, a cura di Anna Bisceglia, Matteo Ceriana e Paolo Procaccioli, catalogo della mostra di Firenze, Firenze 2019
  • 6.7. Alessandro Vittoria, Busto di Marino Grimani7.10. Scultore fiorentino, Putto Loeser, in Voglia d'Italia. Il collezionismo internazionale nella Roma del Vittoriano, a cura di Emanuele Pellegrini, catalogo della mostra di Roma, Napoli 2017
  • Marcello Fogolino, Madonna col Bambino in trono tra i santi Filippo e Giacomo Maggiore23. Marcello Fogolino, Sant'Anna Metterza tra i santi Nicola di Bari e Vigilio24. Marcello Fogolino, Madonna del Latte incoronata da due angioletti tra i santi Agostino e Bernardino da Siena27. Marcello Fogolino, Madonna col Bambino in trono incoronata da due angioletti tra I santi Andrea e Pietro28. Marcello Fogolino, Madonna del Popolo incoronata da due angeli tra I santi Nicola di Bari, Giovanni Battista, Dorotea, Giuseppe e tre angioletti musicanti, in Ordine e Bizzarria. Il Rinascimento di Marcello Fogolino, a cura di Giovanni Carlo Federico Villa, Laura Dal Prà e Marina Botteri, catalogo della mostra di Trento, Trento 2017
  • Michele Pannonio, Madonna con il Bambino e i santi Nicola, Girolamo, Agostino (?) e
    Cristoforo34. Cosmè Tura, San Giorgio; 35. Marco Zoppo, San Giovanni Battista nel deserto36-37-38. Ercole Roberti, Santa Caterina d'Alessandria, San Girolamo e San Giorgio39. Baldassarre d'Este, Ritratto di Vespasiano Strozzi40. Giovanni Battista Cavalletto (?), Madonna con il
    Bambino41. Lorenzo Costa, Madonna con il Bambino56. Giovanni de Fondulis, Madonna con il Bambino, in La Galleria di Palazzo Cini a Venezia. Catalogo dei dipinti, a cura di Andrea Bacchi e Andrea De Marchi, Venezia 2016
  • 17. Alessandro Vittoria, Busto di Benedetto Manzini, in Paolo Veronese. L'illusione della realtà, a cura di Bernard Aikema e Paola Marini, catalogo della mostra di Verona, Milano 2014, p. 138, cat. 2.8
  • 10. Bottega di Agostino Zoppo, Ritratto di Francesco Petrarca (con Matteo Ceriana)3.20. Giovan Giorgio Lascaris detto Pirgotele (?), Busto di Cristo6.10. Bartolomeo Ammannati, La Sapienza6.14. Danese Cattaneo. Busto di Pietro Bembo, in Pietro Bembo e l'invenzione del Rinascimento, a cura di Guido Beltramini, Davide Gasparotto e Adolfo Tura, catalogo della mostra di Padova, Venezia 2013
  • Scultore campionese, Vescovo (San Vigilio?), post 1212, in Un vescovo, la sua cattedrale, il suo tesoro. La committenza artistica di Federico Vanga (1207-1218), a cura di Marco Collareta e Domenica Primerano, Trento 2012
  • 1. Scultore lombardo, Crocifisso, 1320-1340 circa, in La cattedrale di Crema. Assetti originari e opere disperse, a cura di Giuseppe Cavallini e Matteo Facchi, Milano 2012, p. 69-70
  • Antonio Minelli, Profilo di figura femminile, in Ospiti al Museo. Maestri veneti dal XV al XVIII secolo tra conservazione pubblica e privata, a cura di Davide Banzato e Elisabetta Gastaldi, catalogo della mostra di Padova, Padova 2012
  • Paesaggio, 1940-1941, Collezione Luisa Laureati Briganti34. Paesaggio, 1941, Collezione privata35. Paesaggio, 1941, Rovereto, Mart37. Paesaggio (La strada bianca), Rovereto, Mart38. Paesaggio, 1942, Verona, Fondazione Domus per l'Arte Moderna e Contemporanea46. Paesaggio, 1943, Collezione privata47. Paesaggio, 1943, Rovereto, Mart61. Paesaggio, 1962, Collezione Paola Ghiringhelli Folon, in Giorgio Morandi. L'essenza del paesaggio, a cura di Maria Cristina Bandera, catalogo della mostra di Alba, Milano 2010
  • Giovanni de Fonduli, Madonna in trono col Bambino, Padova, chiesa di Santa Giustina; 88. Tullio Lombardo, Epitaffio di Marcantonio Coccio Sabellico, Venezia, Museo Correr; 104. Scultore vicentino, Madonna in trono col Bambino, Barbarano Vicentino, chiesa di Santa Maria Assunta;115. Antonio Minelli, Profilo di figura femminile, Collezione privata, in Rinascimento e passione per l’antico. Andrea Riccio e il suo tempo, a cura di Andrea Bacchi e Luciana Giacomelli, catalogo della mostra di Trento, Trento 2008

 

 

Prodotti della ricerca

 

Link interessanti

 
 
 
 
Seguici su