salta ai contenuti
 
 

Convegno della Facoltà di Scienze della comunicazione "Le professioni del comunicare: passato, presente, futuro"

26 e 27 aprile 2022 - Polo "G. D'Annunzio"

 

A trent’anni dalla nascita dei primi corsi di studio in comunicazione in Italia, la Facoltà di Scienze della comunicazione dell'Università di Teramo organizza il convegno "Le professioni del comunicare: passato, presente, futuro" che si terrà dal 26 al 27 aprile 2022.

 

Ogni forma linguistica o espressiva è in rapporto con la comunicazione. È altrettanto vero - come sostiene Marshall Mac Luhan, una figura chiave nella teoria dei media - che la comunicazione, da tecnica al servizio dell’operato dell’uomo ha progressivamente assunto una posizione di dominio, travalicando il mero impiego strumentale: “Noi plasmiamo i nostri strumenti; successivamente i nostri strumenti plasmano noi” suggerì nel 1967 all’amico e collega John Culkin, professore alla Fordham University di New York.

 

Ieri, oggi e ancor più domani l’analisi, la valutazione e il controllo degli strumenti del comunicare rappresentano insomma temi chiave per chiunque voglia utilizzarli in termini professionali.

 

Ma quante e quali sono le professioni del comunicare?

E che variazioni hanno subito nel tempo, specie con l’avvento dell’era digitale?

Ancora: in che modo le discipline e le strutture universitarie hanno promosso o assecondato tali variazioni?

 

Sul piano accademico queste domande rientrano nelle scienze della comunicazione, le discipline universitarie che studiano la trasmissione, la ricezione e lo scambio di messaggi fra gruppi di persone o fra individui. In Italia, i primi corsi di studio di questo genere sorsero nel 1991 a Salerno, Siena e Torino. Nel 1992 toccò a Bologna, Palermo e Roma “La Sapienza”. Il corso di Teramo risale al 1997 e rappresenta il seme dell’attuale facoltà, istituita nel 2002.

 

---

Call for papers

Fino al 1 marzo 2022 è aperta una call for papers per partecipare al convegno.

Ogni proposta dovrà comporsi di due parti: l’abstract della relazione (max 1000 battute); il profilo del relatore o della relatrice (max 2000 battute), con in evidenza il curriculum di studi e la posizione professionale. Le due parti vanno riunite in un solo file Word o PDF. Il file Word o PDF dovrà spedirsi ai seguenti indirizzi: convegnoscom2022@unite.it (indirizzo principale) prof. Paolo Coen - pcoen@unite.it (in copia).

 

Pubblicazione degli atti
L’organizzazione prevede di pubblicare gli atti del convegno. Al termine dei lavori, il comitato scientifico si riserva di selezionare le relazioni contraddistinte da un alto grado di originalità e di pregio scientifico. A ciascuno degli autori selezionati si chiederà di rielaborare in forma scritta la propria relazione: essa sarà riunita entro una pubblicazione di elevato profilo accademico, a cura della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Teramo.

 

 
 

 
Seguici su