Al via “StudioSì”, il fondo di specializzazione intelligente per studenti degli atenei del Mezzogiorno

Con l’avvio dell’anno accademico 2020/2021, gli studenti universitari potranno usufruire di un fondo che investirà 93 milioni di euro a sostegno dell’istruzione terziaria post-triennale. È quanto prevede l’iniziativa StudioSì - Fondo Specializzazione Intelligente del Ministero dell'Università e della Ricerca (MUR), nell'ambito dell’azione I.3 “Istruzione terziaria in ambiti coerenti con la SNSI e sua capacità di attrazione” del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020.

 

L’obiettivo del fondo è promuovere una più ampia partecipazione degli studenti ai percorsi di istruzione terziaria, lauree a ciclo unico, magistrali, master universitari e scuole di specializzazione riconosciute dal MUR, in Italia e all'estero, in ambiti coerenti con la Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente.

 

Le 12 Aree definite dalla Strategia Nazionale di Specializzazione intelligente (SNSI):

Aerospazio – Agrifood – Blue Growth – Chimica verde – Design, creatività e made in Italy – Energia – Fabbrica intelligente – Mobilità sostenibile – Salute – Comunità intelligenti, sicure e inclusive – Tecnologie per gli ambienti di vita – Tecnologie per il patrimonio culturale.

 

Destinatari del Fondo sono gli studenti residenti nelle 8 Regioni target del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) che frequentano o frequenteranno nell'anno accademico 2020-2021, programmi universitari e master in Italia o in altri paesi.

 

Gli studenti potranno richiedere un finanziamento fino a 50 mila euro e i percorsi di studio dovranno essere completati entro il 31 dicembre

 

Info: www.studiosiponricerca-mur.it

 
 

 
Ultimo aggiornamento: 23-09-2020
Seguici su