"Meds Yeghern" Il "Grande Male" degli Armeni cent'anni dopo. Quali risposte dal diritto internazionale?

Venerdì 4 dicembre 2015 - ore 9.30 - Sala della lauree - Facoltà di Giurisprudenza - Teramo

Ore 9,30 - Indirizzi di saluto

 

Luciano D’Amico

Rettore dell’Università degli Studi di Teramo

 

Maria Floriana Cursi

Preside della Facoltà di Giurisprudenza

 

Ore 9, 45 - Introduzione

 

Emanuela Pistoia

Associato di Diritto dell’Unione europea, Università di Teramo

 

Ore 10 - Relazione introduttiva

 

La questione della qualificazione degli atti di pianificazione, organizzazione e realizzazione del “Meds Yeghern”

Flavia Lattanzi

Giudice ad litem nel Tribunale internazionale penale per la ex-Jugoslavia già Giudice ad litem nel Tribunale internazionale penale per il Rwanda

 

Ore 10,15 - Relazioni

 

La questione dell’applicabilità al “Meds Yeghern” della Convenzione per la prevenzione e la repressione del crimine di genocidio

Chiara Cipolletti

Dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche, politiche internazionali e  della comunicazione, Università di Teramo

 

La norma consuetudinaria sul divieto di genocidio da parte dello Stato ed il suo ambito di applicazione

Alessandra Gianelli

Ordinario di Diritto internazionale, Università di Teramo

 

Quali riparazioni per i discendenti delle vittime del “Meds Yeghern” nel centesimo anniversario?

David Donat Cattin

Dottore di ricerca in Tutela dei diritti fondamentali, Università di Teramo

Segretario generale, Parlamentarians for Global Action

 

Ore 11,45 - Coffee break

 

Ore 12.30 - Tavola rotonda

 

La posizione della Turchia riguardo al “Meds Yeghern” e l’Unione europea

Coordina: Pia Acconci

Associato di Diritto dell’Unione europea, Università di Teramo

 

Interventi:

Pierluigi Simone

Ricercatore di Diritto internazionale, Università Tor Vergata,

 

Alessandro Rosanò

Dottorando di ricerca in Giurisprudenza, Università di Padova

 

Emanuela Pistoia

Associato di Diritto dell’Unione europea, Università di Teramo

 

Ore 13,30 - Pausa Pranzo

 

Ore 14.30

  Negare il genocidio armeno secondo il diritto internazionale

Coordina: Antonio Marchesi

Associato di Diritto internazionale, Università di Teramo

 

Le leggi che criminalizzano il negazionismo di fronte al diritto internazionale ed europeo

Monica Spatti

Ricercatore di Diritto internazionale, Università Cattolica

 

Quale rilevanza penale attribuire alla negazione dell’Olocausto e degli altri crimini internazionali?  Alcune osservazioni alla luce della recente prassi interna e internazionale.

Gabriele Della Morte

Ricercatore di Diritto internazionale, Università Cattolica

 

Il caso Perinçek della Corte EDU: quando la punibilità del negazionismo non è necessaria in una società democratica.

Carmelo Leotta

Ricercatore di Diritto penale, Università europea di Roma

 

Il diritto alla memoria e il “Meds Yeghern”

Agostina Latino

Ricercatore di Diritto internazionale, Università di Camerino

 

ore 16.30 - Dibattito e conclusioni

 

 

 
 
Ultimo aggiornamento: 03-12-2015
Seguici su