Placement: L'incubatore di startup Unite Plug presenta un incontro sull'impatto sociale dell'innovazione tecnologica

Talking Hands, il guanto che traduce la  lingua dei segni in voce
Talking Hands, il guanto che traduce la lingua dei segni in voce

Martedì 21 novembre 2017 - ore 10.30 - Aula 16 - Facoltà di Scienze della comunicazione

L'incubatore di startup Unite Plug presenta un incontro sull'impatto sociale dell'innovazione tecnologica come driver principale per lo sviluppo e il miglioramento dei contesti e degli ambienti in cui operiamo, con i relativi benefici e talvolta problemi derivanti dall'adozione dei suoi sistemi e dispositivi.

 

L'evento, coordinato da Christian Corsi, delegato del Rettore all’Orientamento, Placement, Welfare e introdotto da Athos Capriotti, dottorando in Accounting, Management and Business Economics, si svolgerà martedì 21 novembre 2017 alle ore 10.30 nell’Aula 16 della Facoltà di Scienze della comunicazione, con l'intervento di Francesco Pezzuoli CEO di LiMiX, spin-off dell'Università di Camerino e ideatore di “Talking Hands”, un guanto in grado di tradurre la lingua dei segni (LIS) in voce.

 

Il rivoluzionario dispositivo registra i movimenti delle mani durante l’utilizzo della lingua dei segni, li traduce e li trasferisce ad uno smartphone che pronuncia la frase tramite un sintetizzatore vocale, contribuendo quindi a una maggiore inclusione sociale delle persone sorde o con disabilità, migliorandone significativamente la qualità della vita e facilitando il loro accesso al mondo del lavoro. Il progetto ha già ricevuto importanti riconoscimenti, come la vittoria del primo premio da 100.000 euro al contest ROME Prize del Maker Faire di Roma svoltosi nel mese di ottobre 2016.

 
 

 
Ultimo aggiornamento: 19-01-2018
Seguici su