Rassegna cinematografica “American Gothic”: martedì 25 novembre proiezione del film “L’invasione degli ultracorpi”

 

Secondo appuntamento con la rassegna cinematografica American Gothic. L’incubo della Storia riflesso nello specchio del cinema USA .

Martedì 25 novembre 2014 alle ore 21.00, nella Sala delle lauree della Facoltà di Scienze della comunicazione, sarà proiettato il film del 1956 L’invasione degli ultracorpi, di Don Siegel.

La rassegna è organizzata nell’ambito del Laboratorio di Comunicazione teatrale della Facoltà di Scienze della comunicazione, tenuto da Silvio Araclio.

 

(Invasion of the Body Snatchers) Usa, 1956 – Regia: Don Siegel – Sceneggiatura: Daniel Mainwaring, Richard Collins, Sam Peckinpah (non accreditato) (dall’omonimo romanzo di Jack Finney) – Fotografia: Ellsworth Fredericks - Montaggio: Robert S. Eisen – Musiche: Carmen Dragon – Casa di produzione: Allied Artists

 

Interpreti: Kevin McCarthy, Dana Wynter, Larry Gates, King Donovan

 

Miles Bennell, un medico californiano, si accorge che la sua cittadina è stata invasa da baccelli alieni che si insinuano nel corpo umano durante il sonno come parassiti invisibili e pian pano si sostituiscono ai loro ignari ospiti.

 

Metafora fantascientifica del lavaggio del cervello, racconto insuperato dell’essere umano sostituito da un simulacro proveniente da un altro mondo, è il film che esprime, meglio di ogni altro, le paure di un decennio dove tutti sembrano essere diventati baccelloni. Tutti ma proprio tutti. Chi è a favore e chi è contro. Lo stesso regista Don Siegel ammise che la storia poteva essere letta sia come parabola anticomunista che come monito contro il maccartismo, cioè l’esatto contrario. Un’opera sull’omologazione, dove “il prossimo” bacellone non è altri che lo spettatore, direttamente chiamato in causa nel finale, apocalittico ed indimenticabile. È stato rifatto negli anni’70 (da Philip Kaufman), nei ‘90 (da Abel Ferrara) e negli anni 2000 (Oliver Hirschbiegel). Dalla condizione di baccelloni non siamo più usciti. Siamo tutti ultracorpi, oggi più che mai.


 
 
 
Ultimo aggiornamento: 24-11-2014
Seguici su