Startup Weekend Pescara: l’università di Teramo protagonista della gara con la start up “Exspresso”, terza classificata

 
Athos Capriotti – primo a destra – studente del Corso di laurea magistrale in Management e comunicazione d’impresa dell’Università di Teramo

È terminata ieri pomeriggio – domenica 26 aprile - la seconda edizione di Startup Weekend, la più grande "startup competition" al mondo, organizzata da Google e Kaufman Foundation, che permette a tutti coloro che vogliono realizzare la propria idea di business di condividerla con altri potenziali componenti del team, seguiti e supervisionati da Coaches and Mentors, professionisti provenienti da diversi settori. Nel corso dei tre giorni, 60 giovani startupper si sono sfidati a suon di idee e business model da sviluppare in 54 ore, per presentare il loro progetto di impresa davanti ai giudici dell’evento. Il vincitore di questa seconda edizione è “GoTo-gether”, ideato da Lara Pozzi, app social che permette di individuare luoghi e persone con cui condividere insieme qualche ora di sport. Secondo classificato il team di “4Dine”, ideato da Domenico Di Toro, una piattaforma di social eating dedicata agli studenti universitari. Al terzo posto la squadra del progettoExspressoin cui è presente l’Università di Teramo, sviluppato da Mattia D’Ambrosio, Athos Capriotti, Sandro Canzano, Gianluca Chimentin, Enzo Colaiezzi e Mattia De Marinis, una piattaforma e un’app che permettono l’esportazione e la vendita del Made in Italy all’estero, in particolare della colazione italiana nella metropoli di New York, attraverso prodotti tipici che favoriscono la diffusione della nostra qualità nel settore alimentare.

 
 
 
Ultimo aggiornamento: 27-04-2015
Seguici su