UNITE PLUG: il nuovo incubatore di start-up dello spin off universitario CISREM

La mission dell’incubatore UNITE PLUG sarà quella di fornire tecnologie e servizi che favoriscano la fase di lancio e di avvio delle startup, aumentando le probabilità e le performance di successo delle iniziative inserite nei programmi di incubazione e accelerazione. UNITE PLUG rappresenterà un complesso sistema di ricerca e applicazione di analisi dei processi, di management delle realtà imprenditoriali che saranno selezionate, di metriche di riferimento per permettere loro di settare obiettivi da raggiungere in un arco temporale ben definito, monitorando costantemente i progetti attraverso strumenti idonei e modelli validati da un team di esperti. Ciò consentirà alle startup di concludere il programma con una crescita misurabile e un miglioramento effettivo in termini di efficacia ed efficienza. Saranno quattro i programmi che verranno attivati, definendo e fornendo percorsi mirati a sostenere e diffondere una cultura d’impresa basata sulla condivisione della conoscenza e dell’informazione, sulla formazione e sulla costante ricerca dell’innovazione come vantaggio competitivo per la propria startup.

 

Il programma di UNITE PLUG intende supportare e accompagnare nel loro ingresso nel mercato le startup in un periodo di tempo massimo di sei mesi, continuando ad affiancarle però nel semestre successivo con attività di follow up e monitoraggio degli andamenti gestionali e finanziari anche attraverso la predisposizione di un programma e di facilities dedicati alle startup in early stage che intendano continuare a lavorare in seno all’incubatore e ai suoi spazi di coworking. Il valore aggiunto è rappresentato da un network di enti, istituzioni e imprese coinvolti in grado di offrire supporto alle startup, da un team di advisors esperti e da un’attenta e lungimirante attività di scounting mirata all’implementazione di azioni di fund raising.

 

La presidenza dell’incubatore è stata affidata al professor Christian Corsi della Facoltà di Scienze della comunicazione. Chief operating officer è stata nominata la dottoressa Lisanna Marcozzi.

 

Il neo-presidente prof. Christian Corsi sottolinea il carattere innovativo e le potenzialità del progetto «un’iniziativa senza precedenti nella Regione Abruzzo, in grado di competere con le realtà del territorio nazionale e pronta a divenire un punto di riferimento per le startup con l’obiettivo di una forte crescita e miglioramento delle performance per il territorio - in termini di trasferimento tecnologico e applicabilità della ricerca scientifica universitaria - e di una grande opportunità per gli studenti dell’Università degli Studi di Teramo in un’ottica di placement, attraverso un forte processo di formazione e apprendimento learning by doing che permette lo sviluppo di soft skills, ovvero quelle competenze trasversali che garantiscono l’acquisizione di un notevole vantaggio competitivo per lo studente futuro professionista nel mondo del lavoro».

 
 

 
Ultimo aggiornamento: 29-01-2018
Seguici su