Il ricordo del Preside Carluccio per la scomparsa della prof.ssa Alba Vegetti

Prof.ssa Alba Vegetti
Prof.ssa Alba Vegetti

Il Prof. Pier Augusto Scapolo, con un suo messaggio in data domenica 6 dicembre, mi comunicava la triste notizia della scomparsa della Prof.ssa Alba Vegetti.

 

Il mio pensiero è tornato indietro nel lontano 1980 quando frequentavo le sue lezioni, apprezzandone lo spessore della competenza, la chiarezza della esposizione, insieme al sicuro e sereno equilibrio nel giudizio. Docente esigente nell’esaminare ma tanto ricca di umanità.

 

Laureata in Scienze Naturali e Medicina Veterinaria, è stata oltre che una ricercatrice straordinaria, anche un’appassionata cultrice della Storia della Medicina Veterinaria. Docente a Teramo negli anni 70, quando il Prof. Carino Gambacorta istituì il Consorzio Universitario, da cui prese avvio il biennio del Corso di Studio in Medicina Veterinaria, fu la prima donna in Italia ad ottenere, nel 1970, la cattedra di un insegnamento di Medicina Veterinaria

 

La Facoltà di Medicina Veterinaria e l’Ateneo tutto esprimono il più profondo cordoglio per la sua scomparsa. Le Scienze Veterinarie perdono un’illuminata professionista ed una donna di elevato spessore culturale ed umano.

 

Il prof. Scapolo, suo allievo e nostro decano, profondamente legato a Lei, mi ha riportato una perla della saggezza alla quale Lei si ispirava e con cui chiudo questo pezzo che mai avrei voluto vergare: “È tanto più facile ricambiare l'offesa che il beneficio; perché la gratitudine pesa, mentre la vendetta reca profitto.“ —  Publio Cornelio Tacito, libro Historiae IV.

 

Augusto Carluccio

Preside Facoltà di Medicina veterinaria

 
 

 
Ultimo aggiornamento: 10-12-2020
Seguici su