Percorsi di democrazia partecipata: autonomie locali e processi deliberativi

Coordinatore: Prof.ssa Fiammetta Ricci

Master di primo livello

Il Master di I livello in "Percorsi di democrazia partecipata: autonomie locali e processi deliberativi" intende rispondere all’attuale congiuntura politico-istituzionale, caratterizzata da una progressiva marginalizzazione del ruolo degli enti locali nelle funzioni di governo del Paese (svalutazione delle funzioni della Provincia, depauperamento crescente delle risorse finanziarie delle stesse e dei comuni, riduzione crescente del ruolo attivo dei cittadini, ecc.), che suggerisce al mondo della conoscenza e dei saperi la predisposizione di strumenti di approfondimento del sistema normativo, funzionale e di governance degli enti locali, sotto profili etici, giuridici, politici, partecipativi ed inclusivi dell’azione amministrativa, in attuazione dei principi costituzionali di riconoscimento e valorizzazione delle autonomie locali e in coniugazione con quelli di partecipazione democratica al governo del Paese.

 

A tal fine, attivare, rafforzare e valorizzare processi decisionali inclusivi presuppone una costante attenzione a principi e modelli etici di governance nello spazio pubblico, e nel rapporto tra pubblico e privato, tra centro e periferia. Occorre quindi promuovere e rendere forze attive le virtù civiche, i principi di sussidiarietà e di integrazione, offrendo opportunità di partecipazione alle fasce vulnerabili e marginali della società, per politiche pubbliche di parità, sostenibilità, empowerment individuale e collettivo, strategie di rafforzamento della responsabilità, individuale e collettiva, per il governo della res pubblica.

 

 

Obiettivi formativi

Il Master si propone di formare i destinatari sui principi e sugli istituti di democrazia partecipativa, cogliendo e rispondendo al bisogno di una professionalità a forte caratura etica per il bene comune attraverso la condivisione e la partecipazione ai processi deliberativi sui beni comuni, per poter essere protagonisti e cittadini attivi della realizzazione di un modello di società e di governo di tipo inclusivo e dialogico, in cui la partecipazione popolare venga vissuta come metodo democratico di cooperazione, mediazione ed interlocuzione permanente fra amministratori e società civile.

 

Pertanto, obiettivo generale del Master è fornire conoscenze teoriche, competenze specifiche e metodologie di pratiche partecipative e deliberative, attraverso una formazione interdisciplinare, tra etica, politica, economia, diritto, e dinamiche sociali; conoscere sia le idee che sostanziano la democrazia partecipata (attraverso lo studio di teorie, filoni di pensiero, differenti chiavi ermeneutiche ed epistemologiche), che le principali metodologie, tecniche e formule di partecipazione e deliberazione in riferimento all’autonomia degli enti locali.

In sintesi, fornire conoscenze teoriche e competenze pratiche utili per le professioni e i ruoli di responsabilità politica, nelle organizzazioni della cittadinanza attiva, nell’amministrazione pubblica, nel mondo dell’associazionismo e della libera partecipazione popolare.

 

 

 Gli obiettivi analitici del Master possono essere così riassunti:

 

Sapere

  • Conoscere il rapporto tra politica, etica, diritto nell’attuale modello di società democratica ed interculturale;
  • saper coniugare istanze locali e istanze globali nella progettazione delle politiche pubbliche degli enti locali;
  • saper cogliere lo stretto legame, nei principi costituzionali, fra riforme nel settore degli enti locali e attuazione della democrazia costituzionale;
  • conoscere gli istituti e le pratiche di democrazia partecipata e deliberativa;
  • saper rispondere alle esigenze della cittadinanza digitale e della comunicazione politica in rete.

Saper fare

  • Saper progettare, strutturare ed applicare i principi, gli strumenti e le pratiche di democrazia partecipativa, inclusiva, deliberativa e dialogica, anche tra locale e globale;
  • saper stabilire un rapporto etico con i cittadini sulla base delle istanze della società complessa e delle nuove normative (codice etico), al fine di favorire pratiche e attività di cittadinanza attiva;
  • saper approntare, redigere e proporre agli organi di indirizzo dell’ente locale il rinnovamento/adeguamento degli strumenti normativi locali (statuti e regolamenti) sulla base delle innovazioni legislative più recenti;
  • saper leggere i bisogni del territorio e saper programmare politiche pubbliche inclusive e partecipate;
  • saper operare nel campo della progettazione europea su tematiche inerenti la democrazia partecipata, deliberativa e inclusiva per l’attrazione di fondi e risorse per il governo del territorio.
 

Sbocchi occupazionali

Il Master è rivolto a tutti gli studenti in possesso di Laurea Triennale, a profili professionali impegnati nelle organizzazioni della politica, della pubblica amministrazione, del mondo delle istituzioni, della governance pubblica e del terzo settore; è rivolto, altresì, a cittadine e cittadini che vogliano farsi protagonisti di forme e modelli di democrazia partecipativa capaci di operare nei propri contesti di riferimento,  promotori e attori di processi decisionali inclusivi in ambito sia pubblico che privato.

 

Il Master si propone, quindi, di formare i destinatari sui principi e sugli istituti di democrazia partecipativa, cogliendo e rispondendo al bisogno di una professionalità a forte caratura etica per il bene comune attraverso la condivisione e la partecipazione ai processi deliberativi sui beni comuni, per poter essere protagonisti e cittadini attivi della realizzazione di un modello di società e di governo di tipo inclusivo e dialogico, in cui la partecipazione popolare viene vissuta come metodo democratico di cooperazione, mediazione ed interlocuzione permanente fra amministratori e società civile.

 
 
Informazioni

 

 

Informazioni didattiche

Prof. ssa Fiammetta Ricci

fricci@unite.it

 

Ufficio esami di stato e formazione post-laurea

Tel. 0861/266235/266566

mteodori@unite.it

rdeiovita@unite.it

 

Per informazioni di carattere didattico (materie, orario delle lezioni, attività formative) contattare il Coordinatore di riferimento.

 
 
 
 
 
Ultimo aggiornamento: 07-01-2021
Seguici su