Prova finale

In ottemperanza alle disposizioni dell'art. 26 del Regolamento didattico di Ateneo, la prova finale, per 8 CFU, che permette il conseguimento della laurea in Scienze della Comunicazione, consiste nell'elaborazione di una tesi concordata con un docente, il relatore, che, senza contradditorio, viene sottoposta al giudizio della Commissione d'esame per la prova finale. 
Lo studente che consegna un lavoro scritto non redatto di proprio pugno o in cui descrive come propri i risultati di lavori o gli esiti di ricerche di terzi commette plagio. Ogni parte di testo tratta da altra fonte deve essere, infatti, corredata con la citazione precisa di detta fonte. La citazione diretta o indiretta di lavori, pubblicazioni o risultati altrui (ad esempio la citazione da libri, articoli, pagine e siti Web, tesi o tesine di altri studenti, materiali forniti dai docenti) che non permetta - attraverso gli opportuni riferimenti - di riconoscerne, identificarne e verificarne la fonte, costituisce una violazione grave dei valori dell'istituzione universitaria.
Per essere ammesso alla prova finale lo studente deve aver conseguito tutti i CFU nelle attività formative e nelle idoneità previste dal piano di studi.
La votazione, che dovrà tener conto dei risultati degli esami di profitto sostenuti durante il corso di laurea, è espressa in centodecimi ed eventuale lode.
Al fine di conferire il voto di laurea, espresso in centodecimi, la commissione aggiunge alla media convertita in centodecimi (calcolata dai voti ottenuti nelle attività formative valutate in trentesimi) un punteggio, fino a 7 punti, che tiene conto dei seguenti fattori: 
a) qualità della carriera dello studente (tempi di acquisizione dei CFU: 1 punto a tutti coloro non risultino fuori corso; 
eventuali esperienze formative sostenute fuori sede: 1 punto a tutti coloro che abbiano portato regolarmente a conclusione il percorso Erasmus Studio; 1 punto a tutti coloro che abbiano portato regolarmente a conclusione il percorso Erasmus Placement; 2 punti a tutti coloro che abbiano portato regolarmente a conclusione il percorso Erasmus Studio, ma abbiano anche conseguito la media non inferiore a 27/30 per gli esami sostenuti all'estero; 3 punti a tutti coloro che abbiano portato a compimento nell'ambito del ciclo sia il percorso Erasmus Studio che il percorso Erasmus Placement)
b) giudizio preliminarmente espresso dal relatore sull'impegno mostrato dallo studente nella preparazione e nella stesura dell'elaborato; 
c) giudizio espresso dal correlatore, nominato dal Preside della Facoltà di Scienze della Comunicazione.
In ogni caso, il punteggio attribuito non può essere superiore a 7 punti.
Es. Studente con Erasmus Studio ed Erasmus Placement con media 104 e tesi valutata 5 punti: voto finale: 110 (con possibilità di lode a richiesta del relatore, come da comma 5).
Studente in corso con media 104 e tesi valutata 3 punti: voto finale 108.
Studente fuori corso con media 100 e tesi valutata 7 punti: voto finale 107.
Studente fuori corso con media 105, con Erasmus Studio e media non inferiore a 27/30, con tesi valutata 3 punti: voto finale 110. 

Qualora, dopo avere valutato tutti gli aspetti sopraelencati, il voto risulti pari o maggiore di centodieci, la commissione, purché unanime, può conferire la lode.
I correlatori delle singole tesi e le Commissioni d'esame per le prove finali sono nominate dal Preside della Facoltà di Scienze della Comunicazione.

 
 
Ultimo aggiornamento: 03-06-2015
Seguici su