Requisiti di ammissione

 

Gli studenti che intendono iscriversi al Corso di Studio Magistrale in Diritto, Economia e strategia d’impresa devono essere in possesso della Laurea o del diploma universitario di durata triennale nelle classi L-14, L-18 o L-33, o di altro titolo equipollente conseguito all’estero, riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente. Possono iscriversi anche gli studenti in possesso di una Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza o di altra Laurea magistrale (i quali beneficeranno di una riduzione di carriera) e gli studenti in possesso di un titolo di laurea triennale in altre classi, purché in possesso dei requisiti curriculari di seguito specificati.

 

Per perfezionare l’iscrizione, gli studenti devono inoltre possedere un’adeguata preparazione personale, oggetto di verifica secondo le modalità indicate di seguito.

 

Il Corso di Studio Magistrale in Diritto, Economia e strategia d’impresa è ad accesso non programmato. All’atto dell’iscrizione lo studente deve indicare la classe di laurea in cui desidera conseguire il titolo. L’indicazione del curriculum deve essere fornita, al più tardi, contestualmente all’iscrizione al secondo anno di corso.

 

Si precisa che il percorso di studi è abilitante alle professioni economico-contabili solo per gli studenti che scelgono di laurearsi nella classe L-77. Si consiglia, inoltre, la scelta del curriculum “Innovazione” a quegli studenti interessati ad usufruire delle agevolazioni offerte dal CdS relativamente all’esame di abilitazione alla professione di dottore commercialista (vedi la sezione FAQ).

 

 

Requisiti curriculari per i candidati in possesso di titolo di studio conseguito in Italia.

Per i candidati in possesso di un titolo di laurea in italiano i requisiti curriculari sono soddisfatti possedendo una laurea triennale in una delle seguenti classi del DM n. 270/2004 (o corrispondenti nell'ex DM n. 509/1999):

  • L- 14 Scienze dei servizi giuridici;
  • L- 18 Scienze dell'economia e della gestione aziendale;
  • L- 33 Scienze economiche.

I requisiti curriculari si ritengono altresì automaticamente soddisfatti per gli studenti che abbiano conseguito il titolo di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza.

 

Per gli studenti provenienti da classi di laurea triennali diverse da quelle sopraelencate, i requisiti curriculari minimi consistono nell'aver conseguito i seguenti CFU:

  • Almeno 24 CFU nei settori: IUS/01, IUS/02, IUS/04, IUS/06, IUS/07, IUS/08, IUS/09, IUS/10, IUS/12, IUS/13, IUS/14, IUS/17, IUS/20; IUS/21.
  • Almeno 24 CFU nei settori: SECS-P/01, SECS-P/02, SECS-P/03; SECS-P/04; SECS-P/06; SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/09, SECS-P/10, SECS-P/11, SECS-S01.

I candidati che non possiedono i requisiti curriculari minimi sopra specificati necessitano, ai fini dell’immatricolazione, di colmare le eventuali lacune sostenendo esami singoli nelle aree deficitarie sino al completamento dei CFU mancanti. Non è possibile perfezionare l’iscrizione con debiti formativi non colmati.

 

Il Preside della Facoltà di Giurisprudenza, su proposta del Consiglio di Corso di Studi, nomina annualmente una Commissione Valutatrice composta da n. 3 docenti tra quelli di riferimento e quelli che detengono insegnamenti (anche a contratto) afferenti al CdS. La Commissione Valutatrice si occuperà di esaminare periodicamente i curricula dei candidati per accertare il possesso dei requisiti curriculari minimi e deliberare l’ammissione al colloquio teso a valutare la personale preparazione.

 

Requisiti di ammissione per i candidati in possesso di titolo di studio conseguito in un ateneo straniero

I candidati italiani o stranieri in possesso di un titolo di studi conseguito all’estero che desiderano iscriversi al corso di laurea magistrale in Diritto, Economia e Strategia di Impresa devono rivolgersi all’International Welcome Office - Area Didattica e Servizi agli Studenti Via R. Balzarini, 1 64100 tel. 0039 -0861266261, e presentare la documentazione indicata all’art. 12, comma 3, del Regolamento studenti a.a. 2019/2020 di Ateneo.

 

Verifica dell'adeguata preparazione

La valutazione della personale preparazione del candidato in possesso dei necessari requisiti curriculari avviene a mezzo di colloquio orale. I candidati verranno esaminati singolarmente dalla Commissione Valutatrice di cui al comma 3 del presente articolo ed il colloquio è volto ad esaminare le competenze del candidato sui seguenti argomenti:

  • diritto delle obbligazioni e dei contratti;
  • diritto dell’impresa e delle società;
  • microeconomia e macroeconomia;
  • economia aziendale.

Sono esentati dal colloquio i laureati triennali che rispettano i requisiti curriculari e hanno conseguito un voto di laurea uguale o superiore a 95/110.

La verifica della personale preparazione dello studente si intende altresì superata per gli studenti che abbiano conseguito una laurea triennale presso l’Ateneo teramano nella classe L-18 e nella classe L-14, curriculum “consulenti del lavoro”. 

I colloqui si svolgeranno periodicamente, in aule aperte al pubblico, previa comunicazione nel sito della Facoltà di Giurisprudenza, alla presenza della Commissione Valutatrice. Al termine di ogni seduta, la Commissione redige un apposito verbale contenente l’esito dei singoli colloqui e la lista degli ammessi all’iscrizione.

In considerazione del carattere interclasse del progetto formativo e dell’eterogeneità culturale degli studenti derivante dalla diversità dei corsi di laurea di provenienza, al fine di fornire supporto idoneo ad affrontare al meglio il percorso formativo si prevede una attività di tutorato per l’eventuale recupero delle conoscenze e delle abilità formative, svolta sia dai Docenti del corso, sia da studenti opportunamente selezionati.

Tale attività consisterà:

  • nell’attivazione di attività didattico-integrative propedeutiche in ingresso, volte all’acquisizione di una completa preparazione personale dello studente in specifiche aree di apprendimento del CdS, ove potrebbe avere eventuali carenze formative;
  • nella predisposizione di percorsi di  studio ad hoc, tesi a colmare eventuali lacune riscontrate in sede del colloquio teso a valutare la personale preparazione dello studente. In tal caso, la Commissione Valutatrice assegna il candidato ad un Tutor del CdS, il quale provvederà ad assegnare materiali di studio e dispense di approfondimento sugli argomenti in cui siano state riscontrate carenze.

N.B.

Per potersi immatricolare, lo studente che abbia lacune in termini di requisiti curriculari, può colmare le stesse sostenendo esami singoli nelle aree deficitarie, prima della verifica della adeguatezza della preparazione individuale. Il candidato potrà eventualmente iscriversi a singoli insegnamenti offerti dall’Ateneo, ovvero a corsi erogati da altri Atenei, che dovrà sostenere con esito positivo al fine di sottoporsi nuovamente alla verifica del possesso dei requisiti curriculari minimi. L’iscrizione al CdS è sempre subordinata al successivo superamento del colloquio teso a valutare l’adeguatezza della preparazione personale del candidato.

 

 
 
Ultimo aggiornamento: 04-08-2020
Seguici su