Requisiti di ammissione

I titoli di studio richiesti per l'ammissione al Corso di studio sono determinati dalle Leggi in vigore e dai Decreti ministeriali; il riconoscimento delle eventuali equipollenze di titoli di studio conseguiti all'estero è deliberato, nel rispetto degli accordi internazionali vigenti, dal Senato Accademico.  Per l'iscrizione al Corso di Laurea magistrale è richiesto il possesso di un diploma di Scuola secondaria superiore o di equipollente titolo di studio conseguito all'estero. 

 

E' previsto un test ingresso di di cultura generale, al fine di verificare il carattere adeguato della preparazione dei candidati. Qualora dalle prove del test emerga una significativa carenza dei requisiti di base per la proficua frequenza del corso vengono predisposte specifiche attività formative aggiuntive, consistenti in corsi di recupero, anche a carattere seminariale, indirizzate a impartire nozioni istituzionali riferite ai movimenti culturali ed agli eventi storici e socio-economici, la cui conoscenza è presupposta dal contenuto degli insegnamenti del corso di laurea, per la comprensione dei relativi contenuti giuridici.

 

Gli obblighi formativi aggiuntivi vengono soddisfatti con una frequenza obbligatoria al corso di recupero di almeno il 70% delle ore previste; laddove le ore frequentate non raggiungono tale quota lo studente è tenuto a un colloquio orale con una Commissione di valutazione volto ad accertare il recupero degli obblighi formativi.
Il regolamento didattico del corso specifica i tempi e le ulteriori modalità della verifica e della soddisfazione degli obblighi formativi aggiuntivi, ivi compresa la durata del corso di recupero.

 
 
Ultimo aggiornamento: 12-09-2018
Seguici su