Come iscriversi agli anni successivi al primo

Dal 1° agosto al 18 novembre 2019

Per iscriversi ad anni successivi al primo, lo studente deve accedere a Segreteria Studenti online, seguire le istruzioni, stampare e pagare il MAV della prima rata entro il 18 novembre 2019.

 

 

Agevolazioni legate al reddito

 

Nel corso dell’iscrizione online lo studente dovrà scegliere una delle seguenti opzioni:

  1. Inserire l’autorizzazione ad acquisire il valore ISEE 2019 dalla banca dati INPS e il numero di protocollo DSU. Per utilizzare questa opzione devi aver chiesto l’ISEE.
  2. Non Inserire l’autorizzazione ad acquisire il valore ISEE 2019 presso l’INPS. In questo caso pagherà il COA più alto.
 

Studenti che hanno richiesto la Borsa di Studio ADSU

 

Chi si iscrive ad un anno successivo al primo e ha i requisiti per la borsa di studio ADSU deve pagare solo il bollo (€ 16) fino alla pubblicazione della graduatoria entro il 20 novembre 2019. Dopo la pubblicazione della graduatoria da parte dell’ADSU, verificata la propria posizione, lo studente, nel caso in cui non risulti idoneo, sarà tenuto ad integrare il pagamento della prima rata entro 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria senza alcuna sovrattassa. Dopo quel termine si applicherà la sovrattassa di € 50.

 

Studenti diversamente abili

 

Gli studenti diversamente abili con una invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% o una disabilità ai sensi dell’articolo 3, comma 1 e comma 3 della Legge 5 febbraio 1992, n°104 e s.m.i., anche se già in possesso di titolo accademico, hanno diritto all’esonero totale dal pagamento delle tasse. Gli studenti dovranno:

  • Effettuare l’immatricolazione/iscrizione on line e pagare solo il bollo
  • Presentare alla Segreteria Studenti, il certificato che attesta l’invalidità

Quando

Immatricolati: Dal 1° agosto al 5 novembre 2019

Iscritti anni successivi: Dal 1° agosto al 18 novembre 2019

 

Studenti che si laureano nella sessione straordinaria a. a. 2018/2019

 

Chi si laurea nella sessione straordinaria a. a. 2018/2019, non deve iscriversi all’anno accademico 2019/2020. Non saranno rimborsati i contributi dell’iscrizione all’anno accademico 2019/2020 a chi si laurea nella sessione straordinaria dell’anno accademico 18/19; in questo caso, i contributi versati potranno essere riconosciuti per un eventuale immatricolazione all’anno accademico 2019/2020 ad altri corsi di laurea e post-laurea dell’Università di Teramo.

 

 

Studenti che hanno presentato domanda di laurea per la sessione straordinaria a. a. 2018/2019

 

Chi ha presentato domanda di laurea per la sessione straordinaria dell’a. a. 2018/2019 e non consegue il titolo, deve iscriversi pagando la prima rata – senza pagare la sovrattassa- all’anno accademico 2019/2020 entro il 10 aprile 2020; entro e non oltre il successivo 20 aprile 2020 dovrà pagare le rate successive alla prima, ove dovute. Scaduto questo termine sarà tenuto al pagamento delle sovrattasse di cui al successivo comma 7. Gli studenti che si iscrivono entro il 10 aprile 2020 devono autorizzare l’Università ad acquisire l’ISEE, attraverso l’apposita procedura, entro la stessa data dell’immatricolazione qualora vogliano fruire di una riduzione delle tasse stesse.

 

 

Studenti che hanno acquisito tutti i crediti entro la sessione straordinaria a. a. 2018/2019 (in debito del solo esame di laurea)

 

Chi ha acquisito tutti i crediti previsti dal piano di studi, esclusa la prova finale, entro la sessione straordinaria dell’a. a. 2018/2019, i cui appelli non siano comunque previsti oltre il 31 marzo 2020, è tenuto al pagamento della sola prima rata dell’anno accademico 2019/2020.

 

 

Studenti laureati entro i termini

 

Chi si laurea nei termini nell’a. a. 2018/2019 (entro la sessione straordinaria a. a. 2018/2019 i cui appelli non siano previsti oltre il 31 marzo 2020) ad un Corso di laurea di primo livello in qualunque Ateneo italiano, può richiedere l’immatricolazione ad un Corso di laurea magistrale (non a ciclo unico) pagando la prima rata, più bolli e tassa regionale.

 

 

Tasferimento in entrata

 

Gli studenti iscritti in altri Atenei che vogliono trasferirsi all’Università degli Studi di Teramo possono presentare la domanda di trasferimento in entrata.

Come fare

  1. Attivare la procedura di trasferimento presso l’Università di provenienza;
  2. Compilare e presentare la domanda di proseguimento studi (www.unite.it - “Segreteria studenti”, - “Modulistica”);
  3. Lo studente è comunque tenuto al pagamento della prima rata delle tasse di iscrizione e della tassa per il diritto agli studi anche se ha già effettuato i pagamenti presso l’Università di provenienza.

Documenti da allegare alla domanda

  1. Modello A allegato alla domanda di proseguimento studi
  2. Modello ISEE 2019 per il diritto allo studio universitario in corso di validità
  3. Fotocopia firmata di un documento di identità personale in corso di validità;
  4. Due fotografie formato tessera firmate sul retro;
  5. Fotocopia del tesserino del codice fiscale;
  6. Attestazione di pagamento del MAV relativo alla prima rata.
  7. Dopo il caricamento della domanda da parte della segreteria studenti è necessario pagare i contributo di € 60 (comprensivo del bollo per la domanda) e il COA, la tassa regionale e il bollo relativi alla prima rata dell’iscrizione. Vedere regolamento

 

Gli studenti che vogliono trasferirsi all’Università di Teramo possono presentare preliminarmente, la domanda di valutazione preventiva di carriera per orientarsi sul riconoscimento degli esami sostenuti nell’Ateneo di provenienza. Per presentare la domanda di trasferimento è possibile:

  • Consegnarla a mano presso la Segreteria Studenti, Campus “Aurelio Saliceti”, Polo “G. D’Annunzio”, via Renato Balzarini 1, 64100 Teramo. Orario di apertura: Dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 12.30. Il martedì e il giovedì anche dalle ore 15.30 alle ore 17.00;
  • Spedirla all’indirizzo: Segreteria Studenti, Università degli Studi di Teramo, Via Renato Balzarini 1, 64100, Teramo.
 

Tasferimento in uscita

 

Dal 1 agosto al 20 dicembre 2019

Gli studenti dell’Università degli Studi di Teramo che vogliono trasferirsi in un altro Ateneo devono:

  1. Informarsi presso l’Università di destinazione per conoscere i termini e le condizioni di ammissione;
  2. Essere in regola col pagamento delle tasse e contributi degli anni precedenti.

 

Come fare

Stampare e inviare la domanda di trasferimento (www.unite.it – Segreteria studenti – Modulistica). I documenti da allegare alla domanda sono:

  1. Fotocopia firmata di un documento di identità personale in corso di validità (carta d’identità o passaporto);
  2. Libretto di iscrizione;
  3. Nulla osta (per i corsi a numero programmato);
  4. Per gli studenti fuori corso che proseguono nello stesso Corso di laurea: documento giustificativo per il trasferimento o autocertificazione.
  5. Dopo il caricamento della domanda da parte della segreteria studenti è necessario pagare il contributo dovuto, pari a €. 147.

Il trasferimento ha corso dalla data di pagamento del contributo di trasferimento.

 

Per presentare la domanda di trasferimento è possibile:

  • Consegnarla a mano presso la Segreteria Studenti, Campus “Aurelio Saliceti”, Polo “G. D’Annunzio”, via Renato Balzarini 1, 64100 Teramo. Orario di apertura: Dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 12.30. Il martedì e il giovedì anche dalle ore 15.30 alle ore 17.00;
  • Spedirla all’indirizzo: Segreteria Studenti, Università degli Studi di Teramo, Via Renato Balzarini 1, 64100, Teramo.

Quando

Dal 1 agosto al 20 dicembre 2019

  • Chi chiede il trasferimento entro il 18 novembre 2019 non deve rinnovare l’iscrizione.
  • Chi chiede il trasferimento dal 19 novembre al 20 dicembre 2019 deve pagare la prima rata dell’anno accademico 2019/2020 e la relativa sovrattassa.
 

Passaggio tra Corsi di laurea dell'Università di Teramo - Cambio di ordinamento e cambio di sede

 

Dal 1 agosto al 20 dicembre 2019.

Gli studenti che intendano effettuare dei passaggi di corso all’interno dell’Università di Teramo o cambiare ordinamento del proprio Corso di laurea devono essere risultare in regola con i pagamenti di tasse.

 

Come fare

Compilare e presentare il modulo di passaggio ad altro corso o cambio di ordinamento ( www.unite.it – “Segreteria studenti” – “Modulistica”). I documenti da allegare alla domanda sono:

  1. fotocopia del libretto di iscrizione universitaria (sia della parte relativa all’anagrafica che della parte relativa agli esami sostenuti).
  2. Copia del pagamento del contributo dovuto*

 

Contributo

Per il primo passaggio: € 91 (di cui € 16 per l’imposta di bollo) - per il secondo ed ulteriori passaggi, nell’arco della carriera universitaria: € 150 (di cui € 16 per l’imposta di bollo) - per il cambio di ordinamento: € 91. Il contributo non è dovuto nel caso in cui uno studente fuori corso effettui un passaggio da un precedente ordinamento a quello attualmente vigente.

 

 
 
Ultimo aggiornamento: 22-07-2019
Seguici su