Ciclo di seminari di Etnologia e Storia religiosa d'Europa

Continua mercoledì 18 aprile, alle ore 14.00, il ciclo di seminari di Etnologia e Storia religiosa d’Europa presso la sala delle lauree della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Teramo.

 

La prossima relazione "La rosa di Gerico e il Santo bambino. La protezione della madre e del figlio nei cicli rituali di sant’Anna e san Felice", sarà di Alessandra Gasparroni (Centro Studi Don Nicola Jobbi). Nei contesti cultuali di sant’Anna e san Felice, oggetto di una decennale ricerca etnografica nell’area del Gran Sasso e dei Monti della Laga, sistemi protettivi della madre e del bambino assegnavano a riti ben precisi la cura e la risoluzione della situazione di crisi, con l’ausilio di una pianta igroscopica, legata alla madre della Madonna, e con la liberazione in chiesa degli indumenti del bambino malato.

 

Universi simbolici e storico-religiosi che si intersecano e danno vita a cicli rituali – ormai dismessi – di protezione della partoriente e del bambino coinvolgendo santi, piante venute da lontano, malattie infantili di sospetta natura magica, curate e risolte all’interno delle chiese.


--

Alessandra Gasparroni ha insegnato Antropologia Interculturale all’Università “D’Annunzio” di Chieti. Collabora con la cattedra di “Sacro e identità di genere nella cultura europea” della
Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo. Le sue indagini sono indirizzate alla devozione popolare e alla rifunzionalizzazione degli universi simbolici alla luce dei nuovi contesti sociali.

 
 

 
Ultimo aggiornamento: 16-04-2018
Seguici su