Opera collettanea responsabilità sociale di impresa in Europa

E' stata pubblicata nella Collana della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli studi di Teramo, ed è quindi disponibile, l'opera collettanea intitolata La responsabilità sociale di impresa in Europa a cura di Pia Acconci, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, 2009, pp. 224, Euro 24,00 (ISBN: 9788849519303).

Descrizione del volume:
"Il volume ha per oggetto l'esame della prassi rilevante per la ricostruzione del regime vigente, nel diritto internazionale e in quello europeo, in tema di responsabilità sociale d'impresa. Vengono, a tal fine, evidenziati i princfpi e gli standard utilizzati per incoraggiare le imprese, piccole, medie e grandi, a comportarsi in modo etico, anche quando ciò possa significare conformarsi a linee di condotta più restrittive, e dunque più onerose, di quelle imposte dalle normative dei differenti Stati dove esse operano. Questi principi e standard tendono, in via generale, a infondere nell'attività d'impresa il riferimento a un'accezione qualitativa dello sviluppo. Più specificamente, le imprese nella realizzazione delle proprie attività dovrebbero ispirarsi a quei valori volti allo sviluppo sostenibile e sociale, quali la conservazione dell'ambiente, la tutela dei diritti basilari dei lavoratori e il contrasto della corruzione. Vengono, inoltre, posti in risalto gli strumenti prevalentemente impiegati per la promozione della responsabilità sociale d'impresa nel quadro del diritto internazionale e di quello europeo, con riguardo particolare alle certificazioni e alle partnership. L'esame della prassi viene effettuato, tra l'altro, alla luce del ruolo significativo attribuibile in materia ai portatori di interessi specifici, gli stakeholder, dei quali viene presa in considerazione pure l'eventuale responsabilità per gli effetti delle loro richieste alle imprese. Tra gli obiettivi del volume vi sono quelli di approfondire la diversa portata normativa dei principi, degli standard e degli strumenti adottati, sul piano tanto internazionale quanto europeo, per la promozione della responsabilità sociale d'impresa e di sottolineare il fatto che tende, in ogni caso, ad affermarsi l'idea secondo cui il ricorso a pratiche socialmente responsabili dovrebbe rappresentare non un onere, ma un'opportunità di «fare impresa» in maniera efficiente."

 
 
Ultimo aggiornamento: 20-02-2013
Seguici su