Studenti del Corso di Criminologia in visita alla Polizia Scientifica

 

Gli studenti del Corso di Criminologia della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Teramo, accompagnati dalla loro docente Maria Cristina Giannini, hanno visitato a Roma gli uffici della Polizia Scientifica, il servizio della Polizia di Stato nato nel 1902 per opera del criminologo Salvatore Ottolenghi e specializzato nelle investigazioni scientifiche in vari campi, come la chimica, la biologia e la fisica.

 

«Nel corso della visita ‒ hanno commentato gli studenti ‒ ci è stato spiegato il funzionamento del segnalamento fotodattiloscopico, delle indagini balistiche, della biologia forense, delle ricostruzioni tridimensionali degli eventi criminali, degli identikit, degli esami per l’individuazione delle droghe e, soprattutto, dell’AFIS (Automatic Fingerprint Identification System), un sistema specializzato in grado di svolgere tutte le attività necessarie per l’accertamento dattiloscopico dell’identità, che acquisisce e immagazzina i cartellini foto segnaletici, codifica i punti caratteristici e li confronta con le impronte inserite dopo rilevazioni effettuate sulla scena del crimine».

 

«È stata un’esperienza utile ‒ hanno concluso gli studenti ‒ per comprendere il lavoro della Polizia scientifica, presente sul territorio nazionale con 14 gabinetti interregionali e regionali e 89 Gabinetti provinciali, un lavoro rispetto al quale abbiamo avevamo solo notizie vaghe e a volte non veritiere, legate a fiction e cinematografia».


 
 
 
Ultimo aggiornamento: 04-04-2013
Seguici su