N. 002

I DIECI ANNI DELLA FACOLTÀ DI AGRARIA: SABATO LA CELEBRAZIONE CON I 232 LAUREATI DELLA FACOLTÀ (2)

Teramo, 24 settembre 2009 - Il programma del convegno prevede in apertura i saluti del preside Dino Mastrocola, del rettore Mauro Mattioli, di Giovanna Suzzi, direttore del Dipartimento Scienze degli alimenti, Antonello Paparella, presidente del Corso di laurea in Scienze e tecnologie alimentari, Michele Pisante, presidente del Corso di laurea in Viticoltura ed enologia, Dario Compagnone, presidente del Corso di laurea magistrale in Scienze e tecnologie alimentari, Enrico Ritelli, presidente dell'Ordine dei Tecnologi Alimentari dell'Abruzzo, Orazio Di Marcello, sindaco di Mosciano Sant'Angelo, Valter Catarra, presidente della Provincia di Teramo, Mauro Febbo, assessore alle Politiche agricole della Regione Abruzzo e Gianni Chiodi, presidente della Regione Abruzzo.
Seguiranno le testimonianze di alcuni laureati della Facoltà: i teramani Fabio Di Gennaro, attualmente alla Ferrero SpA di Cuneo, e Carla Di Mattia, ricercatrice all'Università di Teramo, Magda Casamassima, di Canosa di Puglia, tecnologo alimentare e consulente, Valentina Di Camillo, di Chieti, imprenditrice dell'Azienda Vitivinicola "I Fauri" di Chieti, Matteo Silvestri, di Martinsicuro, che svolge la sua attività nell'Azienda Agricola Scialletti 1884, Nicola Della Nebbia, di Francavilla, imprenditore del settore vivaistico.
Alle ore 11.40 si terrà una tavola rotonda sul tema Formazione e professionalità del laureato in Tecnologie alimentari e Viticoltura ed enologia nel contesto occupazionale e produttivo attuale.
Ai lavori, introdotti da Paola Pittia, della Facoltà di Agraria, e moderati dal giornalista Rai Lucio Valentini, parteciperanno Giancarlo Criscuoli, presidente dell'Ordine Nazionale Tecnologi Alimentari, Nicola Dragani, presidente della Sezione Abruzzo e Molise dell'Associazione Enologi Italiani, Domenico Moretti, presidente dell'Associazione Italiana per la Direzione del Personale, Roberto Bergogni, direttore di R&D Gelco, Enrico Cerulli, del Consorzio di Tutela "Colline Teramane".
REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
Ultimo aggiornamento: 24-09-2009
Seguici su