N. 001

ORDINI FORENSI E ATENEO FIRMANO UNA CONVENZIONE PILOTA IN ITALIA

Teramo, 14 dicembre 2007 - Questa mattina, subito dopo la tradizionale conferenza stampa di fine anno, nella Sala delle lauree della Facoltà di Giurisprudenza, è stata firmata la convenzione tra l'Università degli Studi di Teramo e gli Ordini forensi di Teramo, L'Aquila, Sulmona, Vasto e Avezzano.
La convenzione, rinnovata per il quarto anno consecutivo, rappresenta un esperimento unico in Italia, non solo per il numero di Ordini professionali coinvolti, ma perché, per la prima volta, cinque Ordini forensi e un Ateneo - con la sua Facoltà di Giurisprudenza - hanno costituito un organismo comune, un Comitato tecnico-scientifico per la formazione dell'avvocatura la cui attività, a partire da quest'anno, prevede anche un ruolo attivo dell'Università degli Studi di Teramo nell'attività formativa obbligatoria per gli avvocati.
Con l'accordo gli Ordini forensi - riconoscendo l'imprescindibile funzione della ricerca universitaria come supporto scientifico ed informativo dell'attività pratica - si impegnano, attraverso il Comitato tecnico-scientifico, ad organizzare iniziative di studio e di approfondimento di istituti giuridici e novità legislative, giurisprudenziali e dottrinali destinate ai propri iscritti.
L'Università di Teramo - riconoscendo a sua volta alla pratica forense un ruolo insostituibile nella formazione dei neo-laureati - si impegna ad aprire l'attività della propria Scuola di specializzazione per le professioni legali al contributo didattico degli avvocati che operano in Abruzzo.
Hanno siglato la convenzione il rettore dell'Università degli Studi di Teramo, Mauro Mattioli e i presidenti degli Ordini forensi: Divinangelo D'Alesio (Teramo), Paolo Vecchioli (L'Aquila), Luca Tirabassi (Sulmona, delegato del presidente Gabriele Tedeschi), Bernardo Masciarelli (Vasto) e Giovanni Marcangeli (Avezzano, delegato del presidente Giovanni Battista Colucci).
REDAZIONE UFFICIO STAMPA

 
Ultimo aggiornamento: 14-12-2007
Seguici su